Tu sei qui

Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Grandi Opere

Organismo di coordinamento, indirizzo e impulso per i soggetti istituzionali della rete delle Grandi Opere, il Comitato elabora e mette a disposizione elementi di tipo sistemico nelle attività di monitoraggio. Formula, inoltre, best practices per i controlli amministrativi in materia di antimafia

Il coordinatore: prefetto Saverio Ordine

L’organismo collegiale del Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Grandi Opere (Ccasgo) è una risposta, in termini di contrasto e di prevenzione ai tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale, che il legislatore ha iniziato a fornire sin dal 2000 (art. 15, comma 5, del decreto legislativo 190/2002, poi recepito negli articoli 176 e 180 del decreto legislativo 163/2006, Codice dei contratti pubblici).

Con la pubblicazione del decreto ministeriale 14 marzo 2003, adottato dal ministro dell’Interno, di concerto con il ministro della Giustizia e con il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, il Ccasgo ha iniziato a rappresentare uno degli assi portanti dell’azione di analisi preventiva, punto di orientamento delle procedure per il monitoraggio delle infrastrutture ed insediamenti industriali rientranti nel Programma Infrastrutturale Strategico (P.I.S.).

Il quadro delle competenze, a partire dal d.m. 14 marzo 2003, si è ampliato nel tempo a seguito di puntuali interventi normativi in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici, quali quelli dell’Abruzzo nel 2009 e quelli delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo nel 2012; nonché per le infrastrutture connesse a EXPO 2015 Milano e la realizzazione del piano Carceri (art. 16 del d.l. 39/2009, convertito dalla legge 77 /2009; art. 3-quinquies del d.l. 135/2009, convertito dalla legge 166/200, e l’art. 17-quater del d.l. 195/2009, convertito dalla legge 26/2010).

Le disposizioni prevedono che i controlli antimafia sui contratti, appalti, subappalti e subcontratti per lavori, servizi e forniture siano effettuati con l’osservanza delle linee-guida indicate dal Ccasgo.

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 2 Ottobre 2015, ore 12:51