Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Infrastrutture e degli Insediamenti Prioritari (ex CCASGO)

Organismo di coordinamento, indirizzo e impulso della rete di monitoraggio antimafia per le infrastrutture e gli insediamenti prioritari del Paese. Il Comitato elabora e mette a disposizione elementi di tipo sistemico, e formula indirizzi per i controlli amministrativi in materia di antimafia

Il Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Infrastrutture e degli Insediamenti Prioritari (CCASIIP) è un organismo inter-istituzionale dello Stato. Costituisce uno degli assi portanti dell’azione di prevenzione e contrasto ai tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale.

L'organismo ha ereditato e ampliato le competenze del precedente Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Grandi Opere (CCASGO) ed è il cardine di un quadro operativo di lotta alle mafie attualmente recepito nel decreto legislativo 18 aprile 2016, n.50 (Codice degli appalti).

Il sistema si fonda su analisi preventiva, normazione e monitoraggio a difesa delle opere pubbliche di rilievo per lo sviluppo del Paese.

Prevede che i controlli antimafia su contratti, appalti, subappalti e subcontratti per lavori, servizi e forniture per le infrastrutture e gli insediamenti prioritari vengano effettuati attraverso:

  • procedure e strumenti speciali previsti in apposite Linee-guida predisposte dal Comitato;
  • la successiva adozione di protocolli di legalità curati dalle prefetture territorialmente competenti.

Nell’ottica generale di difesa dell’economia legale dalle mafie, in casi determinati nei quali è necessario predisporre strumenti rafforzati di prevenzione per contrastare i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata, le competenze del Comitato possono essere estese a situazioni di emergenza, com’è avvenuto per le ricostruzioni dopo i terremoti del 2009, del 2012 e del 2016/2017, e per gli interventi collegati alla bonifica della cosiddetta “Terra dei Fuochi”, in Campania.

Allo stesso modo, le competenze del Comitato possono essere funzionali all'organizzazione di grandi eventi, come nel caso degli appalti connessi all’EXPO 2015 di Milano.

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 28 Aprile 2017, ore 14:07