Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

L'attività del Commissario

Il Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse assicura il coordinamento tra le amministrazioni statali competenti in materia, monitora l'attività delle istituzioni e degli altri soggetti impegnati a fronteggiare il fenomeno, favorisce il confronto tra i dati a carattere nazionale su persone scomparse e cadaveri non identificati e quelli a carattere territoriale

Il Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse è stato istituito nel 2007 (decreto del Presidente della Repubblica 31 luglio 2007).
 
Questi i suoi compiti:

  • assicura il coordinamento stabile e operativo tra le amministrazioni statali competenti a vario titolo nella materia, curando il raccordo con le strutture tecniche;
  • monitora l'attività delle istituzioni e degli altri soggetti impegnati a fronteggiare sotto vari aspetti il fenomeno;
  • favorisce il confronto incrociato tra le informazioni a carattere nazionale sulle persone scomparse e sui cadaveri non identificati in possesso del Sistema dati interforze e quelle a livello territoriale, per l'aggiornamento costante del dato nazionale di sintesi sugli scomparsi. Analizza le informazioni sul fenomeno, anche a carattere internazionale, per uno studio comparato in materia;
  • riferisce semestralmente i risultati della propria attività al presidente del Consiglio dei ministri;
  • tiene i rapporti con i familiari degli scomparsi e con le associazioni più rappresentative a livello nazionale che sotto diversi aspetti si occupano della materia.

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 25 Ottobre 2017, ore 10:20