Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Direzione centrale per le politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo

Direttore: prefetto Rosetta Scotto Lavina
La direzione centrale per le politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo concorre alla definizione delle politiche migratorie del Governo, in un'ottica globale, che vede il ministero dell'Interno impegnato sia a perseguire i tradizionali obiettivi dell'ordine e della sicurezza pubblica - attraverso l'attività di contrasto alla immigrazione irregolare e ai reati connessi - sia a favorire l'accoglienza e l'integrazione degli immigrati che soggiornano legittimamente nel nostro Paese, mirando a assicurare quel quadro di coesione sociale che è parte essenziale di un più ampio concetto di sicurezza.

In tale ottica, la direzione centrale per le politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo svolge funzioni di analisi e programmazione delle politiche migratorie, di monitoraggio e impulso delle politiche di integrazione degli stranieri, in special modo attraverso i Consigli territoriali per l'immigrazione.
Tali organismi, istituiti presso tutte le prefetture, svolgono compiti di analisi delle esigenze e di promozione degli interventi da attuare a livello locale e rappresentano strumenti fondamentali per la concreta attuazione delle politiche dell'immigrazione sul territorio.

La direzione centrale per le politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo cura, anche direttamente, alcune iniziative per favorire l'integrazione degli immigrati, attraverso la gestione del Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini dei Paesi terzi, per il quale il direttore centrale è Autorità Responsabile per l'Italia. La direzione centrale concorre, inoltre, all'analisi per la determinazione dei flussi di ingresso dei lavoratori stranieri nel territorio nazionale e partecipa - insieme agli altri competenti organi dell'amministrazione centrale - al coordinamento delle attività svolte in attuazione della normativa in materia di immigrazione e asilo, coordinando, in particolare, le attività per gli Sportelli Unici per l'Immigrazione. Per intrattenere rapporti con i paesi terzi di origine o di transito dei flussi migratori, la direzione centrale è impegnata nelle sedi comunitarie, cosi come in altri fori internazionali nei quali si trattano i temi di competenza (O.N.U, Consiglio d'Europa, Alto Commissariato per i rifugiati. Organizzazione Internazionale per le Migrazioni ecc). Vengono anche seguiti i rapporti bilaterali con Stati terzi e le relazioni con Associazioni nazionali o straniere impegnate su tali tematiche.

La direzione assicura, inoltre, la partecipazione dell'Italia alle due reti che sono state costituite nell'ambito della Direzione Generale Giustizia e Affari Interni della Commissione Europea: la Rete Europea delle Migrazioni e la Rete dei punti di contatto nazionali sull'integrazione degli immigrati, che opera per lo scambio delle buone prassi nazionali e intende contribuire al rafforzamento del coordinamento delle politiche nazionali e comunitarie in materia di integrazione.

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 15 Giugno 2016, ore 11:46

Notizie Correlate