Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Struttura di missione antimafia sisma 2016

Per garantire la legalità delle attività di ricostruzione nei territori del Centro Italia colpiti dal sisma nel 2016, è stata istituita una struttura di missione con il compito di verificare la documentazione antimafia degli operatori economici impegnati nei lavori. Le imprese dovranno essere iscritte nell’”Anagrafe antimafia degli esecutori” presentandone specifica richiesta. Il prefetto Francesco Paolo Tronca è il direttore della struttura

Nato a Palermo il 31 agosto del 1952, si laurea all’Università di Pisa, prima in Giurisprudenza e poi in Storia. Inizia la carriera nelle funzioni di prefetto nel 2003 con il primo incarico nella provincia di Lucca. Nel 2006 è prefetto di Brescia e due anni dopo è a capo del dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile del ministero dell’Interno. Nel 2013 è nominato prefetto di Milano e ricopre l’incarico anche in occasione dell’evento Expo 2015. Decaduto il sindaco di Roma Ignazio Marino, svolge l’incarico di commissario straordinario del comune di Roma, dall’ottobre 2015 al giugno 2016.

La struttura di missione

Istituita nell’ambito del ministero dell’Interno, con l'art. 30 del decreto legge n. 189 del 17 ottobre 2016, convertito con legge n. 229 del 15 dicembre 2016, la struttura di missione svolge attività di prevenzione e di contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata nei lavori, nella gestione dei servizi e nel reperimento delle forniture necessarie alla ricostruzione dei comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici che si sono verificati a partire dal 24 agosto 2016.

In particolare, ha il compito di eseguire le verifiche per il rilascio dell'informazione antimafia, indispensabile per l’affidamento e l’esecuzione dei contratti pubblici e privati che usufruiscono dei contributi pubblici. Gli operatori economici che intendono partecipare agli interventi per la ricostruzione, infatti, devono presentare richiesta di iscrizione nell’Anagrafe antimafia degli esecutori, un elenco gestito dalla struttura di missione in raccordo con le prefetture delle province interessate dal sisma.

La richiesta, corredata da autocertificazione antimafia, deve essere prodotta inoltrando il modello di domanda predisposto all’indirizzo pec della struttura di missione:

strutturamissionesisma@pec.interno.it

In alternativa, in caso di problemi tecnici, la richiesta può essere presentata a mano presso la prefettura di residenza o della sede legale dell’operatore, la quale provvederà a trasmetterla alla struttura di missione.

A supporto della struttura di missione, per favorire la massima tempestività delle verifiche sulle domande, è stato istituito presso il Dipartimento della pubblica sicurezza il “Gruppo interforze centrale per l’emergenza e la ricostruzione nell’Italia centrale” (GICERIC). Inoltre, la struttura si avvale della collaborazione dell’Anac. 

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 9 Gennaio 2017, ore 10:33