Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Accordo a Crotone per una bonifica ambientale in trasparenza

8 Marzo 2018

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 12 Marzo 2018, ore 16:32
Siglato in prefettura, prevede una serie di misure per prevenire le infiltrazioni della criminalità

Dopo una serie di incontri alla prefettura di Crotone, è stata raggiunta un’intesa per i lavori di messa in sicurezza e bonifica dell’area ricompresa nel cosiddetto sito di interesse nazionale di Crotone – Cassano – Cerchiara. L'accordo è stato sottoscritto, alla presenza del prefetto Cosima Di Stani, dall’amministratore delegato di Syndial (Eni) società incaricata del processo di bonifica, dal sindaco della città di Crotone, dall’assessore regionale all’ambiente, dal presidente di Confindustria Crotone, di Ance e Confapi, dal presidente Camera di Commercio Crotone e con l’intervento dei sindacati confederali.

Le operazioni di bonifica avverranno sotto uno strutturato sistema di controllo dei cantieri che utilizzerà strumenti innovativi per prevenire infiltrazioni da parte della criminalità organizzata.

Saranno per questo attivate una serie di cautele ed un unico regime di verifiche che riguarderà le società esecutrici: dall’assoggettamento alle informazioni antimafia, alla tracciabilità dei flussi finanziari, al monitoraggio continuo a cura del “nucleo interforze”, alla preventiva condivisione dei contenuti del “patto d’integrità”, agli obblighi contributivi e retributivi verso i lavoratori e alle garanzie in tema di sicurezza degli ambienti di lavoro.