Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Blue Whale, Minniti: dalla Polizia 170 segnalazioni, ma solo il 5% riguarda ipotesi di reato

21 Giugno 2017

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 6 Luglio 2017, ore 12:37
Il ministro dell'Interno riferisce al Question Time alla Camera anche sull'accoglienza diffusa. Resta il limite concordato con Anci

Il fenomeno conosciuto sul web come Blue Whale mira a coinvolgere i ragazzi in atti di autolesionismo portandoli, in alcuni casi, vicino al suicidio. Il ministro dell'Interno Marco Minniti, intervenuto sull’argomento al Question Time alla Camera dei deputati, ha sottolineato che la Polizia postale e delle comunicazioni, nella sua opera di "sorveglianza" del web, è impegnata nel contrasto e nel monitoraggio di questo fenomeno. In particolare, il lavoro svolto ha permesso di raccogliere 170 segnalazioni. Dagli accertamenti e dalle verifiche effettuate, tuttavia, emerge una percentuale di casi con ipotesi di reato, quali istigazione al suicidio o procurato allarme, inferiore al 5% delle segnalazioni pervenute.
Il ministro ha reso noto che la Polizia ha già attivato nel "Commissariato di P.S. online", una "stanza virtuale" che offre consigli a genitori e ragazzi, anche con la collaborazione di psicologi della Polizia di Stato.
La prevenzione di qualsiasi uso distorto del web richiede, ha sottolineato il ministro, anche il coinvolgimento del mondo della scuola, della famiglia e dell'associazionismo. Per questo, il tema del Blue whale è stato inserito nella campagna che la Polizia ha portato già nelle scuole.

In riferimento al piano nazionale di ripartizione dei richiedenti asilo, il ministro ha precisato che non c’è stato un innalzamento della quota. «Il Viminale – ha detto - è impegnato nell'attuazione della pianificazione nazionale, imperniata sul criterio dell'accoglienza diffusa, d'accordo con l'Anci. La quota di accoglienza di richiedenti asilo è fissata a 200mila unità e si tratta di un parametro tuttora vigente».  
«Ovviamente, - ha aggiunto - qualunque variazione si intenda in futuro necessaria, non potrà non conseguire che da un’intesa tra ministero dell'Interno e Anci».
Puntare sull'accoglienza diffusa, d'intesa con gli enti territoriali, infatti, sta producendo buoni risultati, ha riferito il ministro, e si intende «proseguire sulla stessa strada, potenziando ulteriormente il livello di collaborazione».
L’obiettivo è quello di superare progressivamente i grandi centri di accoglienza. «Tenere un giusto equilibrio tra il diritto di chi è accolto e il diritto di chi accoglie – ha osservato -  è questione cruciale per la prospettiva di un’integrazione che funziona». Proprio su questi temi, ha detto, «si misurano le prospettive della democrazia nel nostro Paese».
Per concorrere agli oneri che sostengono i comuni per i servizi e le attività strettamente funzionali all'accoglienza e all'integrazione dei migranti, sarà autorizzata una spesa di 150 milioni di euro per il 2018. Inoltre, i comuni interessati potranno usufruire di una deroga ai limiti delle assunzioni per questi scopi di accoglienza.

Il ministro è intervenuto anche sulla questione dell'aeroporto Sanzio di Falconara Marittima, in provincia di Ancona, in cui viene richiesto un più adeguato presidio dei vigili del fuoco. Nell'agosto 2015, ha ricordato il ministro Minniti, il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Ancona aveva già disposto la temporanea delocalizzazione della seconda squadra terrestre della sede centrale, presso il distaccamento aeroportuale di Falconara. Lo spostamento era stato necessario a causa dei lavori di costruzione della nuova sede del comando di Ancona.
Tale provvisoria soluzione, che si è dimostrata efficace avendo «prodotto risultati positivi relativamente alla qualità del servizio di soccorso nel comune di Falconara e nei comuni limitrofi, per la notevole riduzione dei tempi di intervento», è ora definitiva. In occasione di un potenziamento della dotazione organica del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, tuttavia, potrà essere valutata l’attivazione di un distaccamento con un contingente superiore di personale.