Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Una cabina di regia per il contrasto del caporalato nel crotonese

14 Settembre 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 14 Settembre 2018, ore 09:33
La prefettura varerà un protocollo per la repressione e prevenzione del fenomeno

Incontro ieri nella prefettura di Crotone per fare il punto sul caporalato e lo sfruttamento in agricoltura. Il prefetto Cosima Di Stani ha riunito intorno a un tavolo tutti gli attori istituzionali e non: Forze dell’ordine, regione, Azienda sanitaria provinciale (Asp), Inps, Inail, Centro provinciale per l’Impiego, direzione territoriale del Lavoro, il segretario regionale Cgil, i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, le organizzazioni professionali agricole Coldiretti e Confagricoltura.

Per contrastare il lavoro irregolare e sommerso gestito dai caporali, occorre non solo la repressione del fenomeno, ma soprattutto la prevenzione dello stesso. È stata perciò innanzitutto approfondita la situazione provinciale relativa alla rete agricola di qualità. Per la prevenzione è stata poi posta l’attenzione sulla necessità di fornire del materiale informativo sulle condizioni di sfruttamento, per coinvolgere i lavoratori nel contrasto alle situazioni di illiceità sommersa. I rappresentanti di alcune organizzazioni sindacali hanno reso noto che sono già operativi due numeri verdi, uno a livello regionale, l’altro su scala nazionale, che consentono di poter denunciare i fenomeni.

Proseguirà l'attività di vigilanza, controllo e contrasto del fenomeno del caporalato, per il quale le attività svolte dalle Forze di Polizia durante l’estate hanno confermato lo sfruttamento non solo di lavoratori italiani, ma anche di quelli comunitari ed extracomunitari. Verrà quindi costituita una task force per svolgere attività ispettive congiunte tra le Forze dell’ordine e Inps, Inail e Ispettorato del Lavoro.

Una cabina di regia della prefettura metterà a punto un protocollo, al quale aderiranno tutti i soggetti istituzionali e non che hanno partecipato alla riunione, nell’obiettivo di innalzare la qualità del lavoro in agricoltura attraverso vari strumenti operativi e soprattutto per favorire la più ampia conoscenza della normativa, dei ruoli dei Centri per l’Impiego, del tema del trasporto dei lavoratori e anche del monitoraggio dell’andamento del lavoro stagionale. 

Allegati:

AllegatoDimensione
PDF icon Prefettura di Crotone-comunicato 13.09.201826.89 KB

AddToAny