Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Carta Blu UE. Si semplifica la procedura per il rilascio

6 Maggio 2015

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 20 Giugno 2016, ore 17:40
Per i datori di lavoro sarà possibile sostituire la richiesta del nulla osta con una comunicazione, allo Sportello Unico per l’Immigrazione, della proposta di contratto di soggiorno

Si semplificano le procedure operative relative alla richiesta di ingresso e soggiorno di cittadini di Paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati, la cosiddetta Carta Blu UE.

In particolare, è prevista la possibilità, per il datore di lavoro, di sostituire la richiesta di nulla osta con una comunicazione, indirizzata allo Sportello Unico per l’Immigrazione, della proposta di contratto di soggiorno. E’ una innovazione che scaturisce dalla circolare congiunta rilasciata il 5 maggio scorso dai ministeri dell’Interno e del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Tale procedura così semplificata può essere attivata solo per quei datori di lavoro che abbiano sottoscritto col ministero dell’Interno, d’intesa col ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un apposito Protocollo d’Intesa, nel quale si impegnano a garantire la sussistenza dei requisiti previsti.

La norma riguarda specificamente l’ingresso in Italia di lavoratori stranieri altamente qualificati che intendano svolgere prestazioni lavorative retribuite per conto o sotto la direzione o il coordinamento di una persona giuridica e che siano in possesso di determinati requisiti.

E’ stato pertanto predisposto uno schema di protocollo d’intesa che i datori di lavoro potranno chiedere di sottoscrivere con il ministero dell’Interno, inviando apposita domanda all’indirizzo di posta elettronica: segreteria.dcpia@interno.it debitamente sottoscritta dal legale rappresentante dell’ente, ovvero da una persona delegata (in tal caso sarà necessario acquisire la relativa delega notarile), corredata dalla visura camerale e/o dall’atto costitutivo dell’ente stesso.