Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Chiusura della E45: a Sansepolcro il prefetto di Arezzo incontra i sindaci

24 Gennaio 2019

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 24 Gennaio 2019, ore 11:23
Chiesta l’immediata apertura dei cantieri per la messa in sicurezza del viadotto a rischio crollo

I sindaci della valtiberina hanno chiesto al prefetto di Arezzo Anna Palombi di accelerare l’apertura dei cantieri per la messa in sicurezza del viadotto “Puleto”, giudicato a rischio crollo. Le opere consentirebbero la riapertura del tratto della E45 e il ripristino della ex s.s. 3 bis Tiberina, da decenni in disuso, unica arteria alternativa alla E45. I sindaci hanno chiesto anche sostegno alle aziende e alle attività economiche che si trovano in sofferenza a causa dell’interruzione della viabilità.

La questione è stata affrontata nel corso della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è svolto ieri a Sansepolcro, presso la sala consiliare di Palazzo delle Laudi. All’incontro hanno partecipato i sindaci di Sansepolcro, Badia Tedalda, Anghiari, Monterchi, Caprese Michelangelo e Pieve Santo Stefano, il questore Fabio Salvatore Cilona, il comandante provinciale dei Carabinieri Giuseppe Ligato, il comandante provinciale della Guardia di finanza Andrea Tesi, il comandante della Polizia provinciale Pierfrancesco Pedone

Nel corso della riunione, è stato fatto anche il punto sullo stato dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio. Il questore e il comandante provinciale dei Carabinieri hanno riferito di una sostanziale diminuzione dei reati rispetto all’anno precedente, frutto anche di un’attenta e costante opera di contrasto che ha portato a numerosi arresti e denunce. La recente ricostituzione della compagnia dei Carabinieri di Sansepolcro, è stato inoltre confermato, ha consentito di incrementare i servizi di controllo e prevenzione nella vallata nonché quelli di contrasto e repressione dei reati.

AddToAny