Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Commemorazione del magistrato Rocco Palamara al Viminale

13 Febbraio 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 16 Febbraio 2018, ore 11:22
A trent'anni della scomparsa, il ricordo dei ministri Minniti e Orlando

La Sala del Consiglio del ministero dell'Interno ha ospitato oggi la cerimonia di commemorazione del magistrato Rocco Palamara, scomparso l'11 febbraio 1988 proprio in questa stessa sala mentre stava per prendere la parola al Summit del comitato istituito tra Italia e Stati Uniti per la repressione del terrorismo, della droga e della criminalità organizzata.

Il ministro Minniti ha ricordato "la figura e il ruolo del compianto Rocco Palamara nella costruzione di un sistema di cooperazione giudiziaria sempre più incisiva in particolare tra Italia e Stati Uniti, che ha permesso di ottenere grandi risultati nell'azione di contrasto alla criminalità organizzata transnazionale".

E' intervenuto alla cerimonia anche il figlio Luca Palamara, consigliere del Csm, che ha sottolineato come "Nella sua attività al ministero della Giustizia, Rocco Palamara ha seguito direttamente tutte le fasi dei negoziati dei più importanti trattati di estradizione stipulati dall'Italia. La sua attività non si è limitata agli aspetti diplomatici e normativi, ma si è sviluppata anche in attività dirette ad assicurare alla Giustizia italiana personaggi del calibro di Licio Gelli, Michele Sindona, Francesco Pazienza, Lorenzo Bozano. Durante gli anni tragici del terrorismo è stato autore delle più importanti estradizioni".

Il ministro della Giustizia Orlando ha ricordato che "Palamara contribuì a gettare le basi di quella solida ed estesa infrastruttura giuridica della cooperazione penale che oggi caratterizza il nostro ordinamento. Era già avvertita al tempo di Palamara la necessità di sintonizzare gli ordinamenti con le sfide lanciate dal narcotraffico, dal crimine organizzato mafioso e dal terrorismo.