Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

A una Commissione nominata dal prefetto l'indagine sugli atti del comune di Roma

9 Dicembre 2014

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 15 Dicembre 2014, ore 18:39
Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha delegato al prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro i poteri di accesso. La Commissione verificherà le eventuali possibili forme d’infiltrazione o di condizionamento

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha ricevuto questa mattina al Viminale il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, delegandogli i poteri di accesso agli atti del comune di Roma.

Spetta infatti al prefetto, ai sensi dell'articolo 143 del testo unico Enti locali, nominare una Commissione d'indagine composta da tre funzionari della pubblica amministrazione. I componenti della Commissione saranno supportati da un nucleo di esperti appartenenti alle Forze di polizia.

La Commissione accederà agli atti del comune per verificarne eventuali possibili forme d’infiltrazione o di condizionamento, di tipo mafioso o similare, tali da compromettere il regolare svolgimento dei servizi ovvero il buon andamento e l'imparzialità dell'amministrazione comunale.

La Commissione avrà il termine di tre mesi dalla data di accesso, rinnovabili per una sola volta per ulteriori tre mesi, per rassegnare al prefetto le proprie conclusioni. In seguito il prefetto, entro il termine di 45 giorni dal deposito della relazione, dopo avere sentito il Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica, integrato con la partecipazione del procuratore della Repubblica, invierà al ministro dell'Interno gli esiti degli accertamenti.

AddToAny