Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Controlli straordinari e nuovi punti di ristoro al Colosseo

colosseo.jpg

Colosseo

Foto:

Parco archeologico del Colosseo
8 Agosto 2018

Ultimo aggiornamento:

Martedì 4 Settembre 2018, ore 15:25
Nella prefettura di Roma, un monitoraggio sui servizi di sicurezza e di protezione civile garantiti nei pressi del monumento

Le attività di controllo straordinario, attivate per garantire la sicurezza e la legalità nei pressi del Colosseo, proseguiranno durante tutta l’estate. 

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto questa mattina dal prefetto Paola Basilone, ha preso atto dell’intensa attività già avviata in tutta l’area da parte delle Forze di polizia e della polizia di Roma Capitale. Quest’ultima, continuerà anche ad assicurare la presenza di personale della protezione civile per la distribuzione di bottigliette d’acqua, come già avvenuto in altri periodi di particolare afflusso turistico.
Per un capillare contrasto alle attività illecite nella zona, saranno usati anche dispositivi dinamici, particolarmente efficaci.    
Infine, come hanno evidenziato i rappresentanti del Parco archeologico del Colosseo, sono allo studio progetti per il potenziamento dei sistemi di difesa passiva del sito, nonché misure per disincentivare il commercio abusivo, quali la previsione di ulteriori punti di ristoro. 

All’incontro, che si è svolto in un clima di massima collaborazione istituzionale, erano presenti la sindaca Viginia Raggi, il coordinatore dell’Unità di crisi-coordinamento nazionale del Mibact, i rappresentanti del Parco archeologico del Colosseo, i vertici delle Forze di polizia e della Polizia locale.

Alcuni dati sull’attività svolta nella zona del Colosseo dal mese di giugno

  • 8 persone arrestate; 
  • 25 soggetti denunciati in stato di libertà (di cui 9 per “molestia o disturbo alla persona”);
  • 44 venditori denunciati per violazione del divieto di stazionamento, cosiddetto Daspo urbano;
  • 199 sanzioni amministrative per oltre 1 milione di euro; 
  • 4.507 pezzi sequestrati (bottigliette d’acqua, braccialetti, ecc.);
  • 56 violazioni accertate per commercio abusivo e guide turistiche abusive;
  • 964 prodotti contraffatti sequestrati.

Allegati:

AllegatoDimensione
PDF icon Comunicato stampa176.48 KB

AddToAny