Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Cultura antiracket alla Sapienza

14 Febbraio 2018

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 14 Febbraio 2018, ore 15:25
Intervento del Commissario straordinario in occasione della nuova edizione del Master in Scienze forensi

L'importanza di conoscere le norme e i loro strumenti di intervento per chi si prepara a un'attività professionale. Ne ha parlato nei giorni scorsi all'Università Sapienza di Roma il Commissario straordinario antiracket e antiusura Domenico Cuttaia, intervenuto alla inaugurazione del 16° Master di II livello in Scienze forensi.

Consegnando i diplomi del Master agli studenti dell'edizione precedente - nell'ambito della quale, come attività di studio, è stata anche simulata una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica  - Cuttaia ha spiegato l'attività dell'ufficio del Commissario, che ha come obiettivo principale il sostegno alle vittime di estorsione e usura attraverso il Fondo di solidarietà.

Il commissario ha anche parlato ai futuri professionisti dell'importanza di divulgare gli strumenti offerti dall'ordinamento alle vittime che denunciano il racket, con l'obiettivo concreto di favorire il loro reinserimento nel ciclo economico. In quest'ottica, il prefetto ha salutato gli allievi del Master suggerendo di inserire nell'attività della nuova edizione anche una simulazione di una seduta del Comitato di solidarietà per le vittime dell’estorsione e dell’usura, per capire "sul campo" come vengono esaminate le richieste di accesso al Fondo presentate dalle vittime.