Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Enna, casa di accoglienza per donne vittime di violenza in un immobile confiscato a Barrafranca

conferenza_provinciale_enna_885x.jpg

Prefettura di Enna, panoramica del tavolo della conferenza provinciale permanente

Foto:

Staff della prefettura
14 Marzo 2019

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 14 Marzo 2019, ore 19:01
Il progetto esaminato in prefettura dalla conferenza provinciale permanente, all'ordine del giorno anche la lotta al caporalato

Diventerà una casa di accoglienza per donne vittime di violenza un immobile confiscato alla criminalità organizzata nel comune di Barrafranca, provincia di Enna, ristrutturato con fondi del Pon Sicurezza per lo sviluppo.

I dettagli del progetto sono stati esaminati ieri mattina dalla conferenza provinciale permanente riunita in prefettura, a Enna, per affrontare anche un altro tema di notevole impatto sul territorio, quello della prevenzione e lotta al caporalato e allo sfruttamento del lavoro.

Per questo la riunione è stata aperta ai segretari provinciali delle sigle sindacali e ai rappresentanti delle associazioni di categoria dei datori del lavoro del settore agricolo, presenti anche quelli degli enti gestori dei centri di accoglienza straordinaria (Cas) per richiedenti asilo e della cooperativa ennese ASMIDA.

La lotta al caporalato, anche se non particolarmente diffuso in provincia, richiede una strategia unitaria e inclusiva - questo l'orientamento della conferenza - che sensibilizzi e coinvolga istituzioni e formazioni sociali nella prevenzione.

I gestori dei Cas, in particolare, sono stati invitati a segnalare alla prefettura eventuali situazioni anomale. Stesso invito ai rappresentanti sindacali e delle associazioni di categoria a sensibilizzare gli iscritti e a segnalare, anche alle Forze dell'ordine, eventuali casi.

Tornando alla casa di accoglienza, sarà pronta presto per donne sole o con figli minorenni che debbano lasciare la propria abitazione perché vittime di violenza, ha detto il viceprefetto vicario Michela La Iacona, che ha presieduto la riunione,

Tra gli argomenti affrontati anche le sfide della digitalizzazione, in termini di risposte più veloci ai cittadini, e le misure da attuare per migliorare i flussi informativi tra le amministrazioni che partecipano alla conferenza.

AddToAny