Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Espulso albanese già condannato per favoreggiamento ai foreign fighter

16 Maggio 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Martedì 22 Maggio 2018, ore 12:57
Da ulteriori indagini sono emersi legami con estremisti religiosi. Dal 2015 a oggi sono 281 gli espulsi per questa ragione

Un cittadino albanese di 42 anni residente in provincia di Grosseto è stato rimpatriato con un volo dall'aeroporto di Roma Fiumicino diretto a Tirana.

Con questa salgono a 44 le espulsioni eseguite finora nel 2018 e diventano 281 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi e accompagnati nel proprio Paese dal 1° gennaio 2015 a oggi.

L'uomo infatti era stato condannato nel 2016 a 2 anni e 8 mesi di reclusione per aver favorito la partenza verso il "teatro di guerra" siro-iracheno la foreign fighter Maria Giulia Sergio e del marito con i quali condivideva

l'ideologia jihadista del sedicente stato islamico. Sul suo conto, da successive indagini delle Forze di polizia, sono emersi stretti contatti con un estremista macedone espulso nel 2015 per motivi di sicurezza dello stato. L'albanese, inoltre, aveva ospitato in casa nel 2014 un connazionale poi morto in Siria combattendo per il Daesh.

Da qui la firma del ministro dell'Interno Marco Minniti sul decreto di espulsione.