Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Fondi Pac, presentati 395 Piani d’intervento del II Riparto

19 Maggio 2015

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 24 Novembre 2017, ore 12:35
Pari ad oltre 352 milioni di euro serviranno per nidi, micro nidi, servizi integrativi per l’infanzia e servizi di cura agli anziani

Sono pari al 98,26% del totale i piani di intervento presentati e relativi al II Riparto. Questo risultato positivo consentirà di assegnare oltre 352 milioni di euro per i progetti previsti dal Piano Azione e Coesione.

I 199 Ambiti/Distretti socio-assistenziali, sui 201 delle quattro regioni dell'Obiettivo Convergenza' - Calabria, Campania, Puglia e Sicilia - hanno consegnato, infatti, all’Autorità di Gestione del ministero dell’Interno i progetti relativi alla prima infanzia ed ai servizi per gli anziani non autosufficienti.

Il dato conferma la tendenza positiva del Programma Nazionale che con il I Riparto aveva coperto la totalità degli enti beneficiari dei Fondi Pac e che ora con il II Riparto tocca il 98,26 %. Risultato, questo, frutto della sensibilità e dell’impegno degli amministratori locali coinvolti e della collaborazione svolta dalle quattro Regioni interessate con l’Autorità di Gestione, oltre ad un’intensa azione di supporto che ha visto impegnato il ministero dell'Interno con la rete delle prefetture, i program manager e il FormezPA, con i suoi referenti regionali.

Le risorse disponibili dei Fondi PAC da assegnare con il II Riparto ammontano complessivamente a 352.049.681,41 euro, ripartiti per 213.909.163,63 di euro per l’Infanzia e 138.140.517,78 di euro per gli Anziani.

I 395 piani presentati (196 per la prima Infanzia e 199 per gli Anziani non autosufficienti) sono così suddivisi:
CALABRIA    68     piani, pari al  97% di cui 34 destinati all’infanzia e 34 agli anziani
CAMPANIA   129     piani, pari al 98% di cui 64 per l’infanzia e 65 per gli anziani
PUGLIA         90      piani,  pari al 100% di cui 45 per l’infanzia e 45 per gli anziani
SICILIA          108      piani,  pari al 98%  di cui 53 per l’infanzia  e 55  per gli anziani

I progetti elaborati dagli Ambiti/Distretti saranno valutati dall’Autorità di Gestione entro 60 giorni dalla presentazione che era fissata al 18 maggio 2015.