Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Fondo Fami, approvate le misure emergenziali REC4REL e BORNER

6 Ottobre 2017

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 13 Ottobre 2017, ore 18:44
Grant Agreement con la Commissione europea sui due progetti proposti dal ministero, finanziati al 90% dall'Ue

Si è concluso con la stipula, a settembre, del Grant Agreement tra il dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione del ministero dell'Interno e la Commissione europea l'iter per l'approvazione delle proposte progettuali (application form) relative a due Misure emergenziali  - REC4REL e BORNER - nell'ambito delle Emergency Assistance FAMI - 2016, trasmesse nel dicembre 2016 dal dipartimento alla Commissione.

Le Misure emergenziali sono:

  • Reception services for migrants eligible for relocation (REC4REL), per la copertura dei costi di accoglienza dei migranti ricollocabii in 3 centri di accoglienza;
  • BOost Reception services for migrants in North-East tempoRary centres (BORNER), per la copertura dei costi di accoglienza dei migranti nella regione Friuli Venezia Giulia.

LA SCHEDA

REC4REL - Reception services for migrants eligible for relocation

Finalità: mira ad accogliere i migranti che devono essere ricollocati garantendo loro un sistema di servizi durante tutto il periodo di attesa prima del trasferimento verso un altro Stato e coprendo le spese sostenute dal ministero per
il prolungarsi del periodo di permanenza nei centri, inizialmente stimato in circa 2 mesi, in alcuni casi fino a 8.    

Target: sono le persone interessate dal programma di relocation che accolte presso il Centro accoglienza richiedenti asilo (Cara) di Bari, il Centro accoglienza straordinaria (Cas) di via Staderini a Roma e il Cas di Rocca di Papa.

Periodo di attuazione: dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017.

Importo totale: euro 17,037,850.20 euro, di cui il 90% di quota comunitaria e il 10% di quota nazionale.

BORNER – BOost Reception services for migrants in North-East tempoRary centres

Finalità: potenziare il sostegno all’accoglienza nel Friuli Venezia Giulia interessato dal costante aumento dei flussi di migranti in arrivo dalla frontiera Nord – Est del territorio nazionale, coprendo le spese sostenute dal ministero
per la prima accoglienza dei richiedenti asilo nelle strutture di accoglienza della regione, a oggi oltre 300.

Periodo di attuazione: dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017.

Importo totale: euro 64.678.560,00, di cui il 90% di quota comunitaria e il 10% di quota nazionale.