Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Giornata di studio a Massa Carrara sulla normativa anticorruzione

22 Gennaio 2016

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 22 Gennaio 2016, ore 15:14
Presenti all'incontro in prefettura molti sindaci, segretari comunali, dirigenti e Forze dell’ordine

Incontro oggi nella prefettura di Massa Carrara per illustrare gli strumenti che la normativa mette a disposizione per prevenire, contenere e contrastare il rischio di corruzione. Alla giornata seminariale, in previsione dell’adozione da parte degli enti locali del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2016-2018, hanno partecipato molti sindaci, segretari comunali, dirigenti degli uffici statali e i rappresentanti delle Forze dell’ordine.

Introducendo i lavori, il prefetto di Massa Carrara Giovanna Menghini ha sottolineato l’importanza della prevenzione per contrastare un fenomeno che è fortemente percepito dalla popolazione nel nostro Paese e che mina il rapporto fiduciario tra i cittadini e le istituzioni.

Il relatore professor Alberto Vannucci, docente di Scienza politica presso il dipartimento di Scienze Politiche dell’università di Pisa, ha posto l’accento sulla percezione e l’analisi del fenomeno corruttivo, e dei relativi costi economici e sociali, evidenziando gli effetti nocivi della cosiddetta maladministration e rappresentando la necessità di cogliere per tempo i sintomi del fenomeno e spezzare il circolo vizioso di sfiducia nel sistema pubblico e di eccessiva burocrazia, che lo alimenta. Il viceprefetto Roberta Carpanese ha poi approfondito le indicazioni e gli aggiornamenti forniti dall’Autorità nazionale anti corruzione (Anac) e la ricercatrice Elisa Puvia ha illustrato un modello di gestione del rischio nell’ambito della prevenzione del fenomeno corruttivo.