Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Informazioni più circolari nella ricerca di dispersi e scomparsi nel Verbano Cusio Ossola

11 Luglio 2018

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 16 Luglio 2018, ore 12:31
Sottoscritto in prefettura il protocollo operativo per garantire interventi efficienti

Nella provincia di Verbano Cusio Ossola le richieste di intervento, per la ricerca di escursionisti, cercatori di funghi o persone disperse in luoghi impervi, sono particolarmente numerose a causa del territorio montano. Nel 2017 la Guardia di finanza ha effettuato 27 interventi: 43 persone salvate illese, 18 ferite e 16 trovate decedute. Nella prima metà del 2018, sono già 16 gli interventi realizzati.

Per far fronte a questo tipo di soccorso è stato sottoscritto, ieri pomeriggio in prefettura, il primo protocollo operativo per la ricerca delle persone disperse. Garantirà la massima circolarità delle informazioni tra le centrali operative e una maggior efficienza degli interventi. Le procedure da seguire, contenute nell’accordo, andranno ad aggiungersi a quelle per la ricerca delle persone scomparse, per la quale concorrono anche le forze di polizia. Saranno ottimizzate in questo modo tutte le risorse umane e strumentali disponibili sul territorio.

Il protocollo è stato siglato, alla presenza del prefetto Iginio Olita, dal comandante provinciale della Guardia di finanza, per il Soccorso Alpino della Guardia di finanza (Sagf); dal comandante provinciale dei Vigili del fuoco e dal delegato provinciale della decima delegazione Valdossola, del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese (Sasp), che ha evidenziato la presenza capillare della componente volontaria: 210 unità dislocate sull’intero territorio provinciale, comprese le zone più impervie. 

Nell’accordo sono previste anche riunioni semestrali di coordinamento tra tutti gli enti sottoscrittori ed esercitazioni annuali in ambiente impervio.