Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Infraud: operazione italo-americana blocca criminali del dark web

8 Febbraio 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Martedì 13 Febbraio 2018, ore 10:44
Con il traffico di carte di credito clonate erano arrivati a un bottino di oltre 530 milioni di dollari in tutto il mondo

Vendevano sul dark web migliaia di carte di credito rubate e clonate, codici di accesso a servizi di home-banking, oltre a dati personali e riservati. E' l'attività criminale scoperta e bloccata da Polizia di Stato e Homeland Security Investigation (USA) con un'operazione  internazionale, denominata Infraud, che ha interessato 16 Paesi in tutto il mondo ed ha portato a 13 arresti di cui uno in Italia.

Gli uomini della Sezione Financial Cybercrime del Servizio Polizia Postale e del Compartimento Polizia Postale Campania, in collaborazione con l´HSI degli Stati Uniti, hanno individuato e arrestato un italiano, destinatario di mandato di cattura internazionale, per aver preso parte attivamente all´organizzazione criminale sin dal 2010, con il nickname "Dannylogort".

Mentre il presunto capo dell'organizzazione, ucraino, era già stato arrestato la scorsa settimana in Thailandia.

Come operava la truffa. Grazie al presunto anonimato che offrono le reti del dark web, l'associazione criminale puntava ad eludere i controlli delle Forze dell´ordine grazie all´utilizzo di Liberty Reserve, una piattaforma di scambio di cryptomonete virtuali, in passato utilizzata da criminali di tutto il mondo per attività illecite e chiusa nel 2013 dagli Stati Uniti, dopo le indagini che conclusero con la condanna del fondatore Arthur Budovsky a 20 anni di reclusione per riciclaggio internazionale.