Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Lecce, tre nuovi presidi dello Stato per la sicurezza del territorio

14 Novembre 2017

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 16 Novembre 2017, ore 10:54
Il ministro dell'Interno ha inaugurato un commissariato, una caserma e una stazione dei Carabinieri a Gallipoli

Un commissariato, una caserma ed una stazione dei Carabinieri. Sono stati inugurati con il taglio del nastro, a cui ha preso parte il ministro dell'Interno Marco Minniti, presso il Castello di Gallipoli e poi in via Lecce, lo scorso sabato 11 novembre. Insieme al ministro sono intervenuti il capo della Polizia Franco Gabrielli e il comandante generale dell’Arma, Tullio Del Sette.

L’iniziativa si inserisce nel quadro dell’accordo per la "Sicurezza Integrata e per lo Sviluppo del Territorio di Gallipoli" sottoscritto tra prefettura, regione, comune, provincia, enti pubblici ed associazioni di categoria produttive del territorio, il 28 maggio 2016.

L'azione dei nuovi presidi del territorio da parte dello Stato abbraccerà diversi comuni. Per il commissariato: Gallipoli, Alezio, Alliste, Matino, Melissano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano, Tuglie; per la compagnia dei Carabinieri: Gallipoli, Alezio, Aradeo, Copertino, Cutrofiano, Galatina, Galatone, Nardò, Neviano, Sannicola, per un totale di circa 200.000 abitanti. Territori, questi, fortemente gravati dalla presenza di organizzazioni criminali ed alle prese, come nel caso di Gallipoli, con criticità derivanti dall’enorme incremento di popolazione (oltre 200.000 presenze al giorno nella singola città di Gallipoli) nel periodo estivo.

Minniti ha ringraziato quanti hanno lavorato per il conseguimento di questo risultato sottolineando come Gallipoli sia «un orizzonte straordinario in termini di esperienza virtuosa di sicurezza integrata». «E' proprio questa coralità - ha detto il ministro - che rappresenta uno degli aspetti più rilevanti e importanti verso la difesa del territorio e della sicurezza pubblica».

Il responsabile del Viminale ha ricordato che gli investimenti sulla sicurezza sono investimenti per lo sviluppo poichè nelle società sicure è garantito il mercato libero dai condizionamenti della criminalità organizzata.
«E' molto importante che una perla del sud - ha concluso - possa essere ricordata non solo perché è bella ma anche perché lavora in sintonia per diventare sempre più sicura».

Le cerimonie di inaugurazione della nuova caserma e del commissariato hanno visto la presenza delle fanfare di Polizia e Carabinieri, gli onori alla massima autorità tributati da un picchetto interforze, il ricordo dei caduti in servizio, l’alzabandiera e la benedizione del vescovo della Diocesi Nardò-Gallipoli, Fernando Filograna.