Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Mentorship per l'integrazione degli universitari con protezione internazionale

31 Ottobre 2017

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 8 Novembre 2017, ore 14:08
Accordo ministero Interno-Oim per gestire negli atenei italiani il progetto che punta a rafforzare l'inclusione

Arriva Mentorship nelle università italiane. Coprirà un intero anno accademico, per una durata complessiva di 13 mesi, il progetto per il "supporto Youth to Youth per l’integrazione di studenti con diverso background” gestito dal ministero dell'Interno, dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione, e l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim).

L'accordo di collaborazione è stato firmato oggi per il ministero dal direttore centrale per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo Rosetta Scotto Lavina e per l'Oim dal direttore dell'ufficio per il Coordinamento per il Mediterraneo Federico Soda.

Il progetto punta a fornire agli studenti universitari italiani le competenze per accompagnare i colleghi di studi stranieri titolari di protezione internazionale nel loro percorso di inserimento universitario, e per supportarli in quello di integrazione sociale e culturale allo scopo di rafforzarlo, grazie a borse di studio finanziate dal ministero dell'Interno nell’ambito di intese con la Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui) e con la Pontificia Università Lateranense.  

L'obiettivo è quello di dare attuazione ai principi del Piano nazionale di integrazione, in particolare per quanto riguarda il coinvolgimento dei giovani, gli studenti, e degli insegnanti, che hanno un ruolo fondamentale, con la loro funzione di formazione e indirizzo, nel promuovere la conoscenza reciproca, l'inclusione, e un approccio che valorizzi le diversità culturali.