Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Migranti, vertice al Viminale dei ministri dell’Interno di Italia, Ciad, Libia e Niger

22 Maggio 2017

Ultimo aggiornamento:

Martedì 11 Dicembre 2018, ore 14:01
Una cooperazione congiunta per il contrasto al terrorismo e alla tratta di esseri umani. Istituita una cabina di regia che opererà per monitorare sui temi oggetto dell'incontro

Si è svolta ieri al Viminale la prima riunione dei ministri dell’Interno di Italia, Ciad, Libia e Niger. Obiettivo del vertice è quello di rafforzare la collaborazione per avviare controlli alla frontiera sud della Libia, migliaia di chilometri di deserto dai quali passano i flussi di migranti diretti poi sulle coste per salpare verso l'Italia.

I ministri, Marco Minniti, Ahmat Mahamat Bachir, Aref Khoja e Mohammed Bazoum, hanno preso atto degli sforzi svolti dall’Italia per realizzare l’intesa tra le tribù del sud della Libia, che costituisce un importante passo per la sicurezza dei confini, e hanno convenuto sulla necessità di:

  1. cooperare congiuntamente nel contrasto al terrorismo e al traffico di esseri umani con l’obiettivo di assicurare la sicurezza dei confini;
  2. sostenere la formazione ed il rafforzamento delle guardie di frontiera attraverso la creazione di una rete di contatto tra le forze di controllo dei confini;
  3. sostenere la costruzione in Niger e Ciad e sostenere la gestione in Libia dei centri di accoglienza per migranti irregolari, conformemente agli standard umanitari internazionali;
  4. promuovere lo sviluppo di una economia legale alternativa a quella collegata ai traffici illeciti con particolare riferimento al traffico di esseri umani

A tale scopo, i ministri dell’Interno hanno istituito una cabina di regia che opererà attraverso una consultazione periodica e concreta sui temi che sono stati oggetto dell’incontro.

AddToAny