Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Polizia di Stato e Lega Pro insieme nel progetto 3 P “Patto-Passione-Partecipazione”

29 Marzo 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 11 Aprile 2018, ore 09:44
Una riunione al Viminale. Presente il capo della Polizia Gabrielli, il presidente dell’Osservatorio nazionale manifestazioni sportive Stradiotto e della Lega Pro Gravina

Investire energie e intelligenze, consapevoli che al di là di tutte le misure di rigore che si possono mettere in campo, solo un cambiamento culturale può blindare il recupero della dimensione sociale del calcio. Questi gli argomenti al centro del’incontro del “Progetto 3P Patto Passione Partecipazione che si è svolto ieri mattina al Viminale alla presenza del capo della Polizia Franco Gabrielli.

I contenuti:

  • Ogni club dovrà approvare il Codice Etico che conterrà le condizioni e le modalità per concedere il gradimento ai tifosi per l’accesso allo stadio.
  • Il recepimento del Codice Etico è la condizione per mettere in sicurezza i club.
  • Sono fondamentali il regolamento d’uso dello stadio e il regolamento di comportamento del tifoso che dovranno essere espressamente accettati dai tifosi all’atto della sottoscrizione dell’abbonamento o dell’acquisto del titolo di accesso allo stadio.

Il prossimo 11 aprile, ha spiegato il  presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, tutti i club di Lega Pro, bambine, bambini e ragazzi del campionato di IV categoria parteciperanno insieme all’udienza di Papa Francesco in Piazza San Pietro, e al termine giocheranno in tre piccoli campi attrezzati nella piazza.

Nel pomeriggio, i club Lega Pro e gli istituti scolastici,  prenderanno parte al meeting del progetto organizzato in collaborazione con l’università Luiss a Tor Vergata dal titolo  “I semi dell’etica” per sensibilizzare il modo sportivo e delle scuole.

Erano presenti alla riunione il presidente dell’Osservatorio nazionale manifestazioni sportive, Daniela Stradiotto, il segretario generale Lega Pro Francesco Ghirelli.