Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Prevenire e contrastare l’usura: Cuttaia a Firenze per divulgare strumenti e iniziative

21 Novembre 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 29 Novembre 2018, ore 14:51
Annunciato un protocollo d’azione tra i soggetti sul territorio interessati al fenomeno

“Il fenomeno dell’usura: strumenti di contrasto e iniziative di prevenzione” è il titolo della relazione che il commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura prefetto Domenico Cuttaia ha tenuto a Firenze nel corso di un incontro organizzato dal prefetto Laura Lega

L’evento, che si è svolto ieri a Palazzo Medici Riccardi, ha offerto l’occasione per approfondire la conoscenza degli strumenti previsti dalla normativa in materia. È partito così un percorso di sensibilizzazione che la prefettura intende condurre sui temi della legalità, della prevenzione e del contrasto ai fenomeni criminali. L’obiettivo è quello di cogliere appieno la portata delle misure di contrasto e le opportunità che l’ordinamento giuridico prevede a tutela delle vittime dell’usura. Alzare il livello di attenzione su tali complesse questioni, contraddistinte spesso da opacità, permette una maggior consapevolezza evitando che il fenomeno contamini il tessuto sociale e produttivo del territorio.

«Stiamo cercando di sviluppare un’azione forte, tesa a individuare le ragioni che determinano l’usura, avvertita da alcune culture del territorio come un fatto censurabile, ma non come un reato gravissimo», ha spiegato il prefetto Cuttaia.

Queste tematiche devono essere affrontate in via preventiva, «per evitare l’esposizione di chi fa impresa e delle famiglie a fenomeni odiosi e che strozzano l’economia legale», ha sottolineato il prefetto Lega ricordando anche le competenze delle prefetture nelle istruttorie per l’accesso ai fondi per le vittime. Infine, il prefetto ha annunciato che presto verrà sottoscritto un protocollo d’intesa con tutti i soggetti del territorio interessati al fenomeno dell’usura.

In sala erano presenti i prefetti della Toscana, le istituzioni locali, i sindaci della provincia, i vertici dell’autorità giudiziaria, i responsabili provinciali delle forze dell’ordine, le organizzazioni sindacali e datoriali, i confidi, le associazione di categoria e dei consumatori, gli ordini professionali. Hanno partecipato anche numerosi allievi della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri e studenti universitari.

AddToAny