Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Punto ad Ascoli Piceno sul post-terremoto con il sottosegretario alla Presidenza Crimi

22 Gennaio 2019

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 24 Gennaio 2019, ore 15:21
Il senatore, che ha la delega alla ricostruzione delle zone terremotate, ha incontrato in prefettura enti locali e Forze dell'ordine

È stato utile e consentirà di programmare in modo più efficace gli interventi per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto dell'agosto 2016. Risultato positivo, informa la prefettura di Ascoli Piceno, per l'incontro di ieri pomeriggio tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Vito Crimi, che ha la delega alla ricostruzione delle aree terremotate, e i vertici degli enti locali e delle Forze dell'ordine coinvolti per vari aspetti nella ricostruzione post-terremoto.

Crimi, accolto nell'ufficio territoriale del governo marchigiano dal prefetto Rita Stentella dopo aver visitato Arquata del Tronto e incontrato i sindaci dei comuni del cratere delle provincie di Ascoli e Fermo, ha ascoltato il presidente della regione Marche e quello della provincia di Ascoli, i quali hanno assicurato che subito dopo la prima scossa le Forze dell'ordine, coordinate dal prefetto, insieme a Vigili del fuoco, Esercito e Protezione civile sono intervenute assicurando anche sostegno alla popolazione, attività che non è mai cessata.

Confermato dal prefetto Stentella l'approccio di risposta immediata all'emergenza e alle necessità del territorio da parte dei soggetti competenti, nonostante le difficoltà tecnico-operative riscontrate.

Il sottosegretario, soddisfatto per gli elementi emersi durante il confronto - incentrato in particolare su controllo e sicurezza del territorio e sui profili di legalità delle attività di demolizione e rimozione macerie e di ricostruzione - ha annunciato che sono allo studio ipotesi di semplificazione della normativa sulla ricostruzione e un testo unico delle leggi sulla ricostruzione.

AddToAny