Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Da rifiuti a risorsa. Un workshop nella prefettura di Pavia

12 Settembre 2019

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 12 Settembre 2019, ore 11:02
Più controlli sui fanghi residui riciclati in agricoltura, giornata formativa per le Polizie locali e gli enti territoriali

Da rifiuto a risorsa è quello che i controlli debbono garantire per i fanghi di depurazione in agricoltura. Questo il tema affrontato ieri nella Sala della Caccia della prefettura di Pavia in una giornata di formazione rivolta ai rappresentanti delle Polizie Locali e degli enti territoriali.

Aprendo i lavori del workshop “Spandimenti in agricoltura e aggiornamento normativo: modalità di prevenzione delle molestie olfattive”, il prefetto di Pavia Silvana Tizzano ha sottolineato la necessità di potenziare il sistema dei controlli sulla composizione dei reflui, che nella provincia raggiungono le 500.000 tonnellate annue, sui limiti di presenza di idrocarburi, metalli pesanti e altre sostanze potenzialmente tossiche.

I fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue urbane e industriali sono infatti utilizzati come fertilizzanti in agricoltura, anche per dare una soluzione al problema del loro smaltimento ma, per la possibile presenza di composti organici nocivi e metalli pesanti, la garanzia della qualità dei fanghi deve essere costantemente assicurata da controlli e analisi. Purché non danneggino l’ecosistema, con l'inquinamento del suolo o le molestie olfattive, i fanghi possono quindi essere un’importante risorsa per l’agricoltura, e la normativa fissa perciò delle precise prescrizioni sulla composizione.

Allegati:

AllegatoDimensione
PDF icon Prefettura di Pavia-comunicato 11.09.201924.77 KB

AddToAny