Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Rifugiati, assegnate le risorse per i progetti SPRAR con decorrenza 1° luglio 2017

30 Maggio 2017

Ultimo aggiornamento:

Martedì 13 Giugno 2017, ore 18:39
Il ministro dell'Interno Minniti ha firmato ieri il decreto. I progetti approvati sono 99, per un totale di 2.871 posti

Approvata ieri, con decreto firmato dal ministro dell'Interno Minniti, l’assegnazione delle risorse agli enti locali che entro il 31 marzo 2017 hanno presentato domanda per avviare un progetto di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati nell’ambito della rete SPRAR.

Si tratta di un ulteriore passo verso l’attuazione del piano di accoglienza diffusa promosso dal ministero dell'Interno per far sì che l’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati venga assicurata su tutto il territorio, favorendo, in tal modo, l’integrazione dei migranti.

Il finanziamento da parte del fondo gestito dal dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione è concesso a decorrere dal 1 luglio 2017 ed è assicurato per un triennio, in misura che può arrivare sino al 95% del costo complessivo.

Gli enti locali ammessi al finanziamento sono 99, con progetti per un totale di 2871 posti: 88 progetti per 2506 posti ordinari, 4 progetti per 40 posti per soggetti con necessità di assistenza sanitaria, sociale e domiciliare, specialistica e/o prolungata o con disagio mentale e/o psicologico, 7 progetti per i minori non accompagnati per 325 posti.

A questi si aggiungono i 29 progetti già finanziati a decorrere dall’1 gennaio 2017.  
In calce a ciascuna graduatoria sono indicati i progetti che la Commissione di valutazione non ha ammesso al finanziamento per carenza dei requisiti.

Prosegue la valutazione delle domande di finanziamento presentate dal 1 aprile al 5 maggio scorsi ai fini dell’ammissione al finanziamento sempre con decorrenza 1 luglio 2017.