Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Servizi di guardia medica in provincia di Crotone: riunione in prefettura

14 Novembre 2017

Ultimo aggiornamento:

Martedì 14 Novembre 2017, ore 19:23
Il ridimensionamento delle postazioni dovrà essere sviluppato con gradualità associando servizi assistenziali integrativi

Le criticità che derivano dalla mancanza di candidature per i servizi di guardia medica sono state al centro di una riunione in prefettura, presieduta dal prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, su richiesta del direttore generale della Azienda sanitaria provinciale, alla presenza dei sindaci della provincia.

Per quanto riguarda il progetto di ridimensionamento delle postazioni, dovrà essere sviluppato con gradualità associando servizi assistenziali integrativi, come l’accordo regionale con i medici di famiglia che prevede il prolungamento degli orari di accesso agli ambulatori. La dimensione della contrazione riguarderebbe, poi, un numero dei presidi pari a 7 che insistono in altrettanti ambiti comunali da individuare tenuto conto di dati orientativi, anche statistici.

La fase realizzativa dell’accorpamento prevede il diretto coinvolgimento delle comunità interessate come la turnazione periodica della postazione presso ciascuno dei comuni accorpati o il suo potenziamento, mediante la messa a disposizione di due medici che possano operare alternativamente e contestualmente tanto presso l’ambulatorio quanto presso i domicili dei pazienti.