Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Sicurezza stradale: meno incidenti ma più vittime

2 Gennaio 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 12 Gennaio 2018, ore 08:30
E' il dato che emerge dal bilancio di fine anno della Polizia Stradale

Sfiorano i due milioni le infrazioni al codice della strada accertate dalla Polizia Stradale nell'anno che si è appena concluso e che rappresentava il 70esimo dalla sua costituzione.

Le cifre sull'attività della "Polstarda" sono significative ed ingenti: le 474.450 pattuglie di vigilanza stradale hanno ritirato 44.305 patenti di guida e 45.875 carte di circolazione mentre sono quasi tre milioni (2.946.906) i punti complessivamente decurtati.

L’andamento degli infortuni, rilevato da Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri (al 20 dicembre 2017), se da un lato ha fatto registrare una lieve diminuzione nel numero complessivo degli incidenti (72.015, il 2,5% in meno rispetto al 2016) ed in quello delle persone ferite (39.178, -0,6%), dall’altro ha fatto registrare un lieve aumento relativamente agli incidenti con conseguenze mortali, con un incremento dei sinistri (1.519) + 0,8% (12 in più) e delle vittime – (1.656 ) + 2,2% (36 deceduti in più), tendenza purtroppo confermata da Istat.

Continuano, per assicurare una sicurezza stradale, i controlli della velocità media con il Tutor ed il Vergilius. L’utilizzo sistematico del Tutor, 333 siti su un totale di circa 3.100 km di autostrada, ha consentito di accertare, dal 1° gennaio al 30 novembre  2017, 468.389 violazioni dei limiti di velocità, il 21,2% in meno rispetto all’analogo periodo del 2016, con una media di violazioni accertate per ora di funzionamento del sistema pari a 2,1.
Il sistema Vergilius – attivo su alcuni tratti delle strade statali SS 1 Aurelia, SS 7 quater Domitiana, SS 309 Romea e SS 145 var.  Sorrentina – nei primi 11 mesi del 2017 ha accertato 20.160 violazioni dei limiti di velocità,  l’87% in più rispetto all’analogo periodo del 2016, con una media per ora di funzionamento pari a 1,1 violazioni.           

Nel contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti, sono stati attivati 1.015 posti di controllo, con l’impiego di 5.520 operatori e 1.575 tra medici e personale sanitario della Polizia di Stato.
I conducenti controllati sono stati 36.861, il 5,7% dei quali (pari a 2.104) è risultato positivo all’alcol con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l, mentre l’1,5% (pari a 567 conducenti) è risultato positivo ad una o più sostanze stupefacenti nel corso dei test su strada.

Stragi del Sabato sera. Dall’inizio dell’anno al 10 dicembre scorso, nelle notti dei fine settimana Polizia Stradale ed Arma dei Carabinieri hanno impiegato nei posti di controllo 165.443 pattuglie, rilevando 2.785 incidenti (55 in più rispetto al 2016) che hanno causato 105 vittime (3 in più dello scorso anno). I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 234.198 (+0,7%), il 5,12% dei quali (pari a 11.981, di cui 10.327 uomini e 1.654 donne) è risultato positivo al test di verifica del tasso alcolemico (nel 2016 la percentuale era del 5,10%). Le persone denunciate per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti sono state, invece, 493. I veicoli sequestrati per la confisca 601.

AddToAny