Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Tavolo testo unico enti locali, focus su province e città metropolitane

candiani_testo_unico_enti_locali_14.2.2019.jpg

Viminale, il sottosegretario Candiani (di fronte, al centro) presiede il tavolo tecnico-politico sulle linee guida di revisione del testo unico enti locali

Foto:

Staff del sottosegretario Candiani
14 Febbraio 2019

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 20 Febbraio 2019, ore 10:42
Nuovo incontro dedicato a riordino delle funzioni dei due enti per l'organismo tecnico-politico presieduto dal sottosegretario Candiani

 
«Abbiamo ricevuto e iniziato a discutere le proposte di Upi sul riordino delle province e di Anci sulla ridefinizione delle città metropolitane». Così il sottosegretario Stefano Candiani spiega il nuovo tema al quale ha iniziato a dedicarsi, nell'incontro di oggi pomeriggio al Viminale, il tavolo tecnico-politico da lui presieduto, che si occupa di scrivere le Linee guida per la revisione del Testo unico degli enti locali.

«Bisogna lavorare senza preclusioni di sorta e considerando la necessità di superare la legge 56, la cosiddetta legge Delrio», ha detto Candiani, «attribuendo a province e città metropolitane funzioni complementari rispetto a comuni e regioni».

L'obiettivo del tavolo, che dalla prossima riunione in programma il 27 febbraio prossimo si allargherà ai rappresentanti delle regioni, è valorizzare al meglio l'«utilità» delle province e dare attuazione alle funzioni delle città metropolitane, «mai realmente decollate», secondo il sottosegretario.

All'incontro hanno partecipato il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Erika Stefani, il sottosegretario all'Economia e alle Finanze Laura Castelli, il nuovo presidente dell'Unione delle province italiane (Upi) Michele De Pascale, il sindaco di Roma Virginia Raggi e, per l'Associazione nazionale comuni italiani (Anci) il sindaco di Livorno Filippo Nogarin.

AddToAny