Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Treni e stazioni più sicure grazie al lavoro della Polizia ferroviaria

10 Gennaio 2017

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 18 Gennaio 2017, ore 09:09
Dal report sull’attività del 2016: -28% dei crimini e -48% dei furti di rame

Oltre 100.000 pattuglie al lavoro nelle stazioni e 45.000 sui treni. 97.624 convogli sorvegliati, con una media di 270 al giorno. Controlli che hanno fatto abbassare del 28% il numero dei furti. Sono i dati più importanti sul lavoro della Polizia ferroviaria che emergono dal Report 2016.

L’attività degli uomini della Ferroviaria, che ha permesso oltre 1.200 arresti e la denuncia di più di 1.600 persone in Italia - a fronte di 941.925 controlli - è proseguita anche grazie a servizi congiunti di vigilanza e scorta sui treni transfrontalieri in collaborazione con le altre Forze di polizie europee. Austria e Germania fra tutte. Il lavoro “Interpol”, finalizzato principalmente al contrasto dell’immigrazione clandestina, ha permesso di rintracciare oltre duemila stranieri non regolari.

Anche sul fronte dei furti di rame emergono numeri significativi: oltre 2.700 controlli ai centri di raccolta e recupero metalli, 8.550 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie e 1.850 servizi di controllo di veicoli sospetti sulle strade italiane. Più di 41 tonnellate di “oro rosso” trafugato è stato recuperato. 26 gli arresti e 154 le persone denunciate. Il contrasto ai furti di rame ha ridotto i furti del 48 per cento rispetto al 2015.

Ma c’è ancora molto da lavorare nella prevenzione e formazione, ambito nel quale la Polizia ferroviaria è impegnata da diversi anni con campagne di educazione alla legalità ed alla sicurezza. Lo confermano i numeri: se sono in calo gli incidenti in ambito ferroviario nel totale, la mortalità registra un +25% per cento. Ed è generata da comportamenti scorretti o da imprudenza dei viaggiatori.

Tra i progetti di “educazione alla sicurezza” spiccano:

  • “Train…to be cool” che ha permesso agli operatori della polizia Ferroviaria di incontrare durante l’anno scolastico 2015/2016 quasi 31mila studenti delle scuole di primo e secondo grado;
  • “Stai attento! Fai la differenza”, proseguita anche nel 2016 ed organizzata in collaborazione con  Ferrovie dello Stato con lo scopo di mettere in guardia i viaggiatori che transitano nelle stazioni contro furti e alle truffe.