Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Viabilità Italia, bollino nero 4 e 11 agosto

26 Luglio 2018

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Martedì 14 Agosto 2018, ore 15:02
Presentato al Viminale il piano di gestione della mobilità per l'esodo estivo 2018

Servizio di Massimo Geria

Bollino nero nelle giornate del 4 e 11 agosto. Bollino rosso per gli ultimi due weekend di agosto e per il primo di settembre, periodi dove sono previsti i rientri. Prima di partire, pianificare bene il viaggio. Controllare il veicolo (pneumatici, luci, olio e acqua) e i documenti di guida, allacciare le cinture di sicurezza, rispettare i limiti di velocità, viaggiare riposati, zero alcool, occupare sempre la corsia di destra.

Informazioni, dati e consigli da Viabilità Italia nel corso della conferenza stampa di presentazione oggi, al Viminale, del piano di gestione della mobilità per l'esodo estivo 2018. Presenti il capo della Polizia Franco Gabrielli, il direttore del servizio Polizia stradale Giovanni Busacca, il direttore delle Specialità Roberto Sgalla e i rappresentanti delle società Anas, Aiscat e Autostrade per l'Italia.

Viabilità Italia è un organismo istituito presso il ministero dell'Interno e presieduto dal direttore del servizio polizia Stradale. «Siamo una squadra che funziona da dodici anni», ha dichiarato Busacca, ed il 'Piano' è un documento utile sia per informare i cittadini che per pianificare e rinforzare i servizi di sicurezza sulle strade. In particolare contiene: itinerari di viabilità alternativa in caso di criticità (53 al nord, 22 al centro e 25 al sud); presidi sulle tratte autostradali con assistenza meccanica, sanitaria e di protezione civile; elenco dei cantieri amovibili su autostrade e strade extraurbane principali; indicazione delle misure informative e di assistenza per gli utenti in viaggio.

Nel corso della conferenza sono stati presentati alcuni strumenti tecnologici utilizzati dalle Forze dell'ordine. Tra questi, il sistema informatico GeoWeb con immagini in diretta trasmesse da un'autovettura della Polizia stradale. La Polizia ferroviaria, invece, ha illustrato il funzionamento di “Smart SDI 2.0”, un’applicazione per smartphone in uso alle pattuglie della Specialità sul territorio. Durante i controlli, grazie alla fotocamera dei dispositivi è possibile una lettura ottica del documento con acquisizione immediata delle informazioni anagrafiche che sono automaticamente incrociate con le informazioni presenti nelle banche dati di polizia.

«Oggi - ha commentato il capo della Polizia Gabrielli - abbiamo dato buone e cattive notizie. Buone notizie perché abbiamo rappresentato un sistema che funziona. Cattive notizie, invece, per chi sulla strada delinque e pone in essere comportamenti non corretti». Ancora oggi, nonostante i progressi fatti, rimane troppo alto il numero delle persone che muoiono ogni anno sulle strade. «Questo è il momento - ha concluso - per fare un appello accorato a chi utilizza la strada. Non utilizzare gli smartphone mentre si guida, non utilizzare la corsia centrale quando non è utile farlo, non mettersi alla guida quando le condizioni fisiche non ce lo consentono. La vita è il bene più prezioso che abbiamo».