Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Il Viminale potenzia il dispositivo di sicurezza per il vertice G7 di Taormina

19 Maggio 2017

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 22 Maggio 2017, ore 10:06
La decisione è stata presa nel corso della riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica

A Taormina saranno presenti oltre 7.000 unità della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di finanza e delle Forze Armate; 2.900 militari andranno a rafforzare i dispositivi di sicurezza per il vertice tra i sette maggiori Paesi industrializzati.
Lo ha deciso oggi il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha esaminato e incrementato il dispositivo di sicurezza previsto per il vertice G7, in programma il 26 e 27 maggio in Sicilia.

La riunione si è svolta al Viminale, presieduta dal ministro dell’Interno Marco Minniti. Hanno partecipato il viceministro Filippo Bubbico, il capo di Gabinetto Mario Morcone, il prefetto di Messina Francesca Ferrandino, il capo delegazione della Struttura di missione Alessandro Modiano, i vertici nazionali delle Forze di polizia e dei Servizi di intelligence e il capo di Stato maggiore della difesa Claudio Graziano.

Per rafforzare lo scambio di informazioni tra i vari organismi nazionali e stranieri, è stata intensificata anche l’attività informativa con il contributo del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (C.A.S.A.) 

Il ministro Minniti ha confermato l’importanza di un coordinamento massimo tra tutte le componenti impegnate nell’attività di prevenzione e controllo, per garantire la piena efficacia e flessibilità del dispositivo di sicurezza preparato.