Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Social media policy

Termini e condizioni di utilizzo dei social network

Il ministero dell’Interno intende utilizzare i principali social media per comunicare con i cittadini attraverso la Rete.

Questo documento definisce le linee guida ("netiquette") per l'utilizzo dei social media, che deve avvenire nel rispetto delle norme di legge.

Contenuti

I canali social del ministero dell’Interno sono utilizzati per informare i cittadini circa le attività istituzionali dell'amministrazione centrale e delle prefetture.

Il ministero dell’interno, nei canali social che utilizza, produce contenuti propri testuali, fotografie, video e altri materiali multimediali che sono da considerarsi in licenza Creative Commons CC BYND 3.0 e possono essere riprodotti liberamente, citando la fonte.

I commenti e i post degli utenti rappresentano l'opinione dei singoli e non quella del ministero dell’Interno, che non può essere ritenuto responsabile di ciò che viene postato sui canali da terzi.

II ministero dell’Interno può condividere e rilanciare, occasionalmente, sulle proprie bacheche social, contenuti e messaggi di pubblico interesse e utilità realizzate da istituzioni e enti terzi. Ferma restando la verifica sulla precisione e attendibilità di tali messaggi, l'amministrazione non si assume alcuna responsabilità per eventuali informazioni errate o non aggiornate.

L’eventuale presenza di spazi pubblicitari, a margine dei contenuti pubblicati dal ministero dell’Interno nelle pagine dei social network, non è sotto il controllo dell’amministrazione ma è gestita in autonomia dagli stessi social network.

Moderazione

I canali social media del ministero dell’Interno vengono moderati dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 20.00, con un presidio negli orari serali e nei giorni festivi.

Il ministero dell’Interno invita a una conversazione educata, pertinente e rispettosa.

Le opinioni espresse devono sempre seguire le regole dell'educazione e del rispetto altrui. Saranno rimossi tempestivamente commenti e post che violino le condizioni esposte in questo documento.

Non saranno tollerati insulti, turpiloquio, minacce o atteggiamenti che ledano la dignità delle persone e il decoro delle Istituzioni, i diritti delle minoranze e dei minori, i principi di libertà e uguaglianza.

Sono inoltre scoraggiati e comunque soggetti a moderazione commenti e contenuti non pertinenti a quel particolare argomento pubblicato (off topic); osservazioni pro o contro campagne politiche o indicazioni di voto; commenti e post scritti per disturbare la discussione o offendere chi gestisce e modera i canali social; spam.

Non sono ammessi contenuti che violino il diritto d’autore, né l’utilizzo non autorizzato di marchi registrati.

Il ministero dell’Interno si riserva il diritto di rimuovere i contenuti che violino la presente social media policy o la legge, anche attraverso l’utilizzo di ban o del blocco per impedire ulteriori interventi e di segnalare l'utente ai responsabili della piattaforma ed eventualmente alle forze dell'ordine preposte.

Privacy

Si ricorda che il trattamento dei dati personali degli utenti risponde alle policy in uso sulle piattaforme utilizzate (Twitter, YouTube, etc.). Si rammenta che i dati sensibili postati in commenti o post pubblici all'interno dei canali social del ministero dell’Interno verranno rimossi. Tutti gli altri dati condivisi dagli utenti saranno trattati nel rispetto delle leggi sulla privacy.

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 27 Agosto 2015, ore 10:15