Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Cittadinanza e altri diritti civili

Tu sei qui

Cittadinanza e altri diritti civili

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che limitano o impediscono il godimento dei diritti civili

Cittadinanza

La normativa sulla cittadinanza, la legge 91/1992, individua i principi base, tra i quali: trasmissibilità per discendenza o iure sanguinis; i casi di acquisto per nascita sul territorio itaiano o iure soli; le condizioni per mantenere la doppia cittadinanza; i casi di perdita dello status

Religione e Stato

La Costituzione italiana riconosce a tutti il diritto di professare la propria fede religiosa liberamente e vieta limitazioni normative nei confronti di enti di carattere ecclesiatico con finalità di religione e culto, che possono organizzarsi secondo propri statuti

Minoranze

'La Repubblica, che valorizza il patrimonio linguistico e culturale della lingua italiana, promuove altresí la valorizzazione delle lingue e delle culture tutelate dalla presente legge'. Lo dichiara l'articolo 1 della legge 482/1999 che prevede particolari forme di tutela per le cosiddette 'minoranze linguistiche storiche'