Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Le vittime del terrorismo

Sono considerati vittime del terrorismo quei cittadini italiani, stranieri o apolidi, deceduti o feriti a causa di atti terroristici verificatisi nel territorio nazionale e i cittadini italiani deceduti o feriti a causa di atti terroristici e di stragi di tale natura, verificatisi nel territorio extranazionale.

E' prevista una serie di benefici, anche di carattere non economico, erogati da diverse amministrazioni: 

  • il ministero dell'Interno - Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione, per le vittime civili;
  • il ministero dell'Interno - Dipartimento di Pubblica Sicurezza, per gli appartenenti alla Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Polizia penitenziaria, Polizie municipali e persone che abbiano prestato assistenza, su richiesta, alle Forze dell'ordine;
  • il ministero dell'Interno - Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa Civile, per i vigili del fuoco;
  • il ministero della Giustizia, per i magistrati, i giudici popolari e dipendenti civili dell'amministrazione penitenziaria;
  • il ministero della Difesa, per gli appartenenti alle Forze armate.

Onorificenze

Ai cittadini colpiti dall’eversione armata per le loro idee e l’impegno morale viene conferita l'onorificenza di 'Vittima del terrorismo' con la consegna di una medaglia in oro.
I feriti e i familiari dei deceduti aventi diritto possono presentare domanda per ottenere l'onorificenza alla prefettura di residenza della vittima o direttamente al ministero dell’Interno, anche per il tramite delle associazioni rappresentative delle vittime del terrorismo.

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 23 Settembre 2016, ore 15:07

Vedi anche: