Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Minori e disagio giovanile

La Convenzione sui diritti dell'infanzia, approvata dall'Onu il 20 novembre 1989, e ratificata dall’Italia con la legge 176/91, è il più importante tra gli strumenti per la tutela dei diritti dei bambini

Gli Stati firmatari adottano tutti i provvedimenti affinché il fanciullo sia effettivamente tutelato contro ogni forma di discriminazione o di sanzione motivate dalla condizione sociale, dalle attività, opinioni professate o convinzioni dei suoi genitori, dei suoi rappresentanti legali o dei suoi familiari. E’ quanto recita l’articolo 2 della Convenzione sui diritti dell'infanzia, approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, e ratificata dall’Italia con la legge 176/91.

La Convenzione, riconosciuta da 193 paesi, è il più importante tra gli strumenti per la tutela dei diritti dei bambini e rappresenta un vero e proprio strumento vincolante per gli Stati contraenti. Secondo il documento, “sono bambini gli individui di età inferiore ai 18 anni, i cui interessi devono essere tenuti nella massima considerazione in ogni circostanza”.

L’Italia si è impegnata, quindi, a vigilare sul funzionamento delle istituzioni, servizi e istituti che hanno la responsabilità dei fanciulli e che provvedono affinché la loro protezione sia conforme alle norme stabilite dalle autorità competenti. In particolare per la salute e la sicurezza, tema, quest’ultimo, che rientra fra le competenze specifiche del ministero dell’Interno.

Il Viminale è in prima linea anche contro il disagio giovanile: espressione di difficoltà esistenziali e di assenza di motivazioni. Bullismo, violenza, assunzione di droghe, fenomeni che indicano situazioni di disagio, non sempre sono presenti in ambienti socio-culturali poveri, spesso sono associati  a stati di ricchezza materiale e a mancanza di stimoli, quindi sono collocati in un contesto di maggiore complessità e non circoscrivibili a una specifica categoria sociale.

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 20 Ottobre 2014, ore 18:45

Notizie Correlate