Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Finanza locale

Il ministero dell'Interno provvede alla gestione dei fondi dei trasferimenti erariali e dei contributi statali destinati alle province, ai comuni, alle comunità montane e alle unioni di comuni

Il ministero dell'Interno provvede alla gestione dei fondi dei trasferimenti erariali e dei contributi statali destinati alle province, ai comuni, alle comunità montane e alle unioni di comuni. E' competente in materia di ordinamento finanziario e contabile degli Enti locali, e svolge specifica consulenza in materia. In particolare: predispone provvedimenti legislativi e regolamentari in tema di finanza locale; realizza studi e ricerche sulla situazione economico-finanziaria degli Enti locali e sui livelli di prestazione dei servizi pubblici locali;    provvede al finanziamento degli Enti locali sulla base degli stanziamenti del bilancio dello Stato; gestisce una banca-dati della finanza locale attraverso la quale sono forniti in tempo reale dati finanziari e notizie utili (provvedimenti normativi, comunicati, circolari) per la programmazione e la gestione delle attività.

Inoltre, predispone i decreti sui compensi degli organi di revisione ed è competente per ciò che attiene la gestione finanziaria delle consultazioni elettorali e svolge studi e ricerche in materia di finanza locale avvalendosi dell'Osservatorio nazionale per la contabilità e la finanza locale. In caso di dissesto dell'Ente provvede all'esame preventivo degli atti sottoposti al parere della Commissione centrale per la finanza e gli organici degli enti locali.

Risanamento di Enti locali dissestati

Le province e i comuni, in base alle disposizioni del titolo VIII della parte seconda del Testo unico delle norme sugli Enti locali, dichiarano lo stato di dissesto finanziario in caso di situazioni debitorie non sanabili con risorse proprie e nel caso di impossibilità a svolgere le funzioni e i servizi indispensabili. La validità delle misure adottate nella procedura di risanamento è esaminata dalla Commissione centrale per la finanza e gli organici degli Enti locali, che procede all'esame dell'ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato e del piano di estinzione delle passività, da approvare con provvedimento del ministro dell'Interno. Gli interventi finanziari statali finalizzati al risanamento sono a loro volta autorizzati con provvedimento ministeriale.

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 17 Febbraio 2017, ore 16:36