Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Ministero  |  Patrimonio del Fec  |  Le chiese

Le chiese

Quali sono e dove si trovano

Le chiese del Fondo edifici di culto (Fec) sono circa settecento, e sono tutte di grande interesse storico-artistico. Sono distribuite su tutto il territorio nazionale.

Tra le più rilevanti si segnalano:

  • Chiese del Fondo Edifici di Cultoa Firenze, Santa Croce, nella quale Giotto dipinse "Le storie della vita di San Francesco", ed ove si trova il crocifisso ligneo di Donatello, Santa Maria Novella, con i numerosi capolavori tra cui il Crocifisso di Giotto e la Trinità di Masaccio;
  • a Roma, la chiesa di Santa Maria del Popolo , che conserva al suo interno le bellissime tele di Michelangiolo Merisi detto Caravaggio, raffiguranti "la crocifissione di San Pietro" e "la conversione di San Paolo"; Santa Maria in Ara Coeli; Santa Francesca Romana ai fori;
  • a Napoli, la chiesa di Santa Chiara , con lo splendido "Chiostro delle Clarisse" decorato, nel 1700, con piastrelle maiolicate raffiguranti 64 paesaggi; San Gregorio Armeno; San Domenico Maggiore;
  • in Sicilia, a Monreale, la splendida Abbazia di San Martino delle scale, e a Palermo la chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio, detta "La Martorana", che conserva splendidi mosaici policromi. Inoltre, si può ammirare, attraverso il Virtual Tour, la spendita chiesa di Santa Lucia ad Adrano a Catania.

La Direzione centrale per l'amministrazione del Fondo edifici di culto, che cura la gestione del Fec provvede, con le risorse a disposizione del Fondo stesso, al finanziamento degli interventi di conservazione, manutenzione e restauro sia delle strutture architettoniche, sia delle opere d'arte contenute negli stessi edifici di culto, curando anche le attività di valorizzazione.

A seguito dell'accordo di cooperazione tra il Fondo edifici di culto e l'Organismo internazionale per la gestione di qualità del patrimonio culturale (Herity), è stata perfezionata la certificazione HGES (sistema di Certificazione della Qualità della Gestione del Patrimonio Culturale condiviso internazionalmente) di 15 chiese del Fec: a Firenze (Santa Croce, Santa Maria del Carmine, Santa Maria Novella, San Marco), Napoli (Santa Chiara) e Roma (Sant'Andrea della Valle, Santi Cosma e Damiano, Santi Giovanni e Paolo, San Gregorio al Celio, Sant'Ignazio, Santa Maria in Ara Coeli, Santa Maria sopra Minerva, Santa Maria del Popolo, Santa Maria in Vallicella, Santi Vincenzo e Anastasio).
La certificazione HGES è in grado di descrivere il livello raggiunto da beni culturali aperti al pubblico, come musei, monumenti, chiese, castelli, palazzi storici, ville, parchi, resti archeologici, biblioteche, archivi, itinerari, reti tematiche e altre emergenze culturali, nei settori della rilevanza, conservazione, comunicazione e offerta di servizi.
Per ogni chiesa del Fec è stato, pertanto, redatto un apposito 'bersaglio' che individua il punteggio raggiunto nell’ambito dei quattro settori chiave.

Ultimo aggiornamento: 07.03.2014


 | Gradimento Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa Condividi su Google+ Condividi su Facebook Condividi su Twitter  | Condivisione RSS | RSS
Ministero dell'Interno