Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Maroni: «Modello Firenze in tutti gli stadi d’Italia»

Notizie

Ministro Roberto Maroni (08.05.2008-16.11.2011)

28.09.2009

Maroni: «Modello Firenze in tutti gli stadi d’Italia»

Intervenuto al convegno di Bologna ‘Lo sport in tribuna: disciplina e gestione degli impianti sportivi’, il ministro dell’Interno punta a diminuire barriere e divisioni come già realizzato nello stadio Artemio Franchi

Esponenti delle istituzioni e del mondo dello sport, studiosi e docenti universitari, si sono incontrati nella facoltà di giurisprudenza dell’Università degli studi di Bologna per un convegno di due giorni sul tema ‘Lo sport in tribuna: disciplina e gestione degli impianti sportivi’.

Il ministro dell’Interno Maroni è intervenuto questa mattina, nel corso della prima sessione, affrontando le questioni legate alla sicurezza delle manifestazioni sportive e, in particolare, all’introduzione della Tessera del tifoso.
«La Tessera del tifoso – ha ribadito Maroni - è uno strumento utile per fidelizzare i tifosi, creare un ambiente familiare e dare psicologicamente maggiore sicurezza».
Maroni, che vuole convincere anche le frange di tifosi contrari, ha assicurato che «la tessera serve a garantire migliori condizioni per vedere la partita» e che non ha come obiettivo una schedatura.

Barriere allo stadioIl Ministro aspira a realizzare in tutti gli stadi il ‘modello Firenze’, dove, ha spiegato, «si sta verificando quello per cui stiamo lavorando». Secondo il ministro, infatti, per migliorare la sicurezza negli impianti sportivi è importante «diminuire le barriere e le divisioni creando le condizioni perchè lo stadio sia un ambiente familiare».
Nello stadio Artemio Franchi di Firenze, grazie ad una stretta sinergia tra prefetto, questore, amministrazione comunale, società di calcio e tifoseria, infatti, sono state abbattute le barriere del settore ospiti e la società ha portato innovazioni nella gestione della sicurezza dello stadio fiorentino.
«Facciamo il tifo per l'amministrazione comunale di Firenze - ha aggiunto Maroni ricordando l’incontro di Champions League tra Fiorentina e Liverpool in programma per domani - perchè è un modello che vorremmo venisse applicato in tutti gli stadi d’Italia».

Maroni ha poi ribadito la sua disponibilità a discutere con le società di calcio misure alternative per garantire la sicurezza negli stadi, ma, ha avvertito, «se sarà un no a prescindere, le scadenze rimarranno queste».





Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa RSS | RSS
Ministero dell'Interno