Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  «La cattura di Criaco costituisce uno degli arresti più importanti effettuati nel 2008»

Notizie

2008 - Ministro Roberto Maroni (08.05.2008-16.11.2011)

29.12.2008

«La cattura di Criaco costituisce uno degli arresti più importanti effettuati nel 2008»

Così il ministro Maroni ha commentato l'operazione della Polizia che ha portato al fermo del killer della 'ndrangheta ricercato da undici anni

Era nell'elenco dei 30 latitanti più pericolosi d'Italia Pietro Criaco, killer appartenente alla cosca Cordì di Locri. Con una brillante operazione di polizia è stato arrestato dagli uomini della squadra mobile di Reggio Calabria, in collaborazione con i commissariati di Siderno e Bovalino.
Criaco, 36 anni, nato a Africo, era ricercato, infatti, dal 1997 per omicidio, associazione di tipo mafioso e detenzione di armi.

Al momento dell'arresto gli agenti hanno sventato un tentativo di fuga sui tetti del latitante, illuminando la zona con le fotoelettriche. Criaco è stato bloccato e, quindi, condotto nel commissariato di Bovalino.

Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, in una telefonata al Capo della Polizia, prefetto Antonio Manganelli, ha espresso compiacimento per l'operazione. «La cattura di Criaco costituisce uno degli arresti più importanti effettuati nel 2008 - ha commentato il ministro - e non poteva esserci un segnale migliore per concludere l'anno».





Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa RSS | RSS
Ministero dell'Interno