Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Studenti in corsa a Naro (Ag) per le vittime della mafia su un terreno confiscato ai clan

Notizie

Lotta alle mafie

24.05.2012

Studenti in corsa a Naro (Ag) per le vittime della mafia su un terreno confiscato ai clan



I ragazzi in garaCorsa campestre dedicata alle vittime della mafia questa mattina a Naro, in provincia di Agrigento, su un terreno confiscato alla mafia dove sorgerà la cooperativa sociale 'Le Terre di Rosario Livatino-Libera Terra Agrigento.

Si tratta di un progetto per sensibilizzare i giovani sull'importanza del riuso dei beni confiscati e più in generale della lotta alla criminalità organizzata, in questo caso attraverso il rapporto tra sport, natura e legalità. L'iniziativa è nata dalla collaborazione tra il Gruppo sportivo del Corpo forestale dello Stato e Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

Atleti per un giorno gli studenti delle scuole medie di Canicattì, che prima della partenza hanno ascoltato brevi interventi sui temi e le finalità dell'iniziativa, grazie alla quale hanno anche potuto conoscere le attività sportive della Forestale.

Foto di gruppoA dare il via alla corsa i vertici delle istituzioni del territorio: il prefetto della provincia Francesca Ferrandino, il sindaco di Naro Giuseppe Morello, il responsabile nazionale per i beni confiscati di Libera Davide Pati insieme a rappresentanti a livello provinciale delle Forze dell'ordine e del Corpo forestale.





Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa RSS | RSS
Ministero dell'Interno