Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Obiettivo Sicurezza: nasce la rivista ufficiale dei Vigili del Fuoco

Notizie

Vigili del Fuoco

30.01.2003

Obiettivo Sicurezza: nasce la rivista ufficiale dei Vigili del Fuoco



nostro servizio

Obiettivo Sicurezza Nella Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati è stata presentata la rivista ufficiale dei Vigili del Fuoco "Obiettivo Sicurezza" , un nuovo mensile ad ampia diffusione che intende rappresentare il canale ufficiale della comunicazione pubblica del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, offrendo al cittadino, ma anche agli operatori professionisti, uno strumento di dibattito e di divulgazione dell'opera di soccorso e di prevenzione svolta dai Vigili del Fuoco.
Alla cerimonia di presentazione hanno partecipato il Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, il Ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu, il Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Mario Morcone - direttore del mensile -, il Presidente dell'Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) Renato Mannheimer, il Presidente del Centro Studi Investimenti Sociali (Censis) Giuseppe De Rita.

Pisanu e MorconeI Vigili del Fuoco sono capaci di dare la vita per me - Il Ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu ha espresso nel suo intervento "vivo apprezzamento" per l'iniziativa presentata dal Capo del Dipartimento Morcone che segna, ha detto, "un altro dei punti a suo merito e soprattutto a merito e riconoscimento dei nostri Vigili del Fuoco".
Se il Professor Mannheimer, ha ipotizzato il Ministro Pisanu, avesse chiesto al campione del sondaggio, perché avete tanta fiducia nei Vigili del Fuoco, avrebbero risposto: "perché sono capaci di dare la vita per me". Questa risposta, ha spiegato il Ministro, ci da la misura vera del valore di questo servizio straordinario che i Vigili del Fuoco, come del resto le Forze dell'Ordine, svolgono per dare a tutti noi sicurezza e serenità, per garantirci una delle libertà fondamentali, la libertà dalla paura: "solo una società libera dalla paura che goda di un grado adeguato di sicurezza può davvero progredire".
La considerazione di cui godono i Vigili del Fuoco e le Forze dell'Ordine, ha osservato il Ministro Pisanu, dice indirettamente anche "quanto sia difficile fare il Ministro dell'Interno, quanto sia cioè difficile essere all'altezza di uomini e donne, che sono molte migliaia, che ogni giorno servono, mettendo a rischio la propria vita, lo Stato".
Anche se a costo di qualche asprezza, ha ricordato il Ministro Pisanu, siamo riusciti ad ottenere qualche buon risultato: "procede alacremente il lavoro di aggiornamento dei mezzi tecnici; siamo riusciti, nonostante tutto, a migliorare la dotazione finanziaria complessiva, riusciremo a dare ai Vigili del Fuoco una definizione normativa, un contratto di lavoro ad hoc che li colloca nella giusta posizione nel settore più ampio della sicurezza". Continueremo, ha proseguito il Ministro, a promuovere il volontariato, straordinaria risorsa che andrebbe maggiormente "riconosciuta, lodata e soprattutto sostenuta".
Quando si parla di Vigili del Fuoco e Forze dell'Ordine, ha osservato ancora il Ministro, "siamo sempre larghi di riconoscimenti, bisognerebbe che fossimo ugualmente sensibili quando si tratta di scucire qualche lira in più per metterli in grado di lavorare bene, perché le parole servono a poco, le lodi ancor meno se non sono accompagnati da una viva operante solidarietà".
In conclusione, il Ministro Pisanu ha augurato il successo della rivista, perché trasmetta ai cittadini "immagini più suggestive e convincenti delle istituzioni democratiche".

Casini e PisanuEquilibrio, serietà e serenità alla guida del Ministero dell'Interno - Il Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, ha voluto esprimere "una parola di gratitudine" al Prefetto Mario Morcone e all'intero Corpo dei Vigili del Fuoco estendendola al Ministro dell'Interno Pisanu per "l'equilibrio, la serietà e la serenità" che trasmette ai cittadini alla guida il suo dicastero. "E' importante, ha spiegato il Presidente Casini, che non ci sia solo la capacità di affrontare i problemi, ma la percezione trasmessa all'opinione pubblica che chi ci guida è sereno".
Gli "esempi individuali e collettivi di generosità che sfiora l'eroismo" di Vigili del Fuoco, Carabinieri e Forze di Polizia, ha osservato il Presidente Casini, sono riconosciuti dall'opinione pubblica che avverte la loro vicinanza, ma questa vicinanza e considerazione spesso non viene contraccambiata dallo Stato. Il problema economico-retributivo è una "lunga catena a volte omissiva", dobbiamo impegnarci in futuro, ha auspicato, per una rivalutazione dei livelli retributivi.

Rilanciare l'attività del Dipartimento dei Vigili del Fuoco - "Una giornata velata dal tragico incidente di Simone Mazzi": il Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Mario Morcone avrebbe preferito una giornata più festosa per l'esordio della nuova rivista "Obiettivo Sicurezza", che non vede la partecipazione del Sottosegretario all'Interno Maurizio Balocchi e dell'Ispettore Generale Capo D'Errico che si sono recati ad Arezzo per la commemorazione del giovane vigile scomparso.
"Obiettivo Sicurezza", ha spiegato il Prefetto Mario Morcone, vuole rilanciare l'attività del Dipartimento fornendo ai Vigili del Fuoco la possibilità di rivendicare la loro identità riconoscendosi in una struttura che si distingue per impegno civile e professionalità.
Il testo integrale dell'intervento

Apprezzamento e fiducia per i VVF malgrado una conoscenza non completa delle attività svolte - Il Presidente dell'Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO), Renato Mannheimer ha illustrato i risultati di una ricerca , commissionata all'Istituto dal Dipartimento, dai quali emerge chiaramente la popolarità della figura del Vigile del Fuoco e la grande fiducia accordata dai cittadini.
Il 77% del campione intervistato nel sondaggio, infatti, ha "molta" o "moltissima" fiducia nei Vigili del Fuoco che risultano al primo posto della graduatoria rispetto alle altre istituzioni.
Ma il lavoro svolto dai Vigili del Fuoco non è sempre conosciuto: alcune attività come quella del soccorso nelle emergenze è più nota, mentre altre, soprattutto nella prevenzione e nell'ambito normativo, sono meno conosciute e, per queste, il Presidente dell'ISPO Mannheimer auspica "una comunicazione più efficace".
I cittadini, però, sempre secondo il sondaggio, sentono la necessità di una maggiore diffusione e presenza sul territorio, anche se ai Vigili del Fuoco riconoscono disponibilità, qualità dei mezzi, tempestività, competenza e abilità.

Sofisticazione interna e capacità di stare sul territorio - Il Vigile del Fuoco, ha detto il Presidente del Centro Studi Investimenti Sociali (Censis) Giuseppe De Rita, ha una "doppia anima": è presente nella quotidianità e nell'emergenza ed è presente sul territorio e nella sicurezza" questi elementi, ha spiegato, si trovano "nel codice genetico dei Vigili del Fuoco" e fanno percepire l'istituzione vicina ai cittadini.
Le loro capacità derivano da "un software di sistema per l'intervento", ha spiegato il Presidente del Censis, perché i Vigili del Fuoco, ha detto, "non si arrangiano, ma costantemente si aggiornano per essere pronti non solo con la generosità e con l'immediatezza, ma anche con una tecnicalità adeguata".
Con la nuova rivista, secondo il Presidente De Rita, vengono a concretizzarsi tre bisogni: tenere unito il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco nella gestione interna, dare conto all'opinione pubblica e aumentare il software del Corpo, una "realtà che non si ferma, ma si affina costantemente".





Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa RSS | RSS
Ministero dell'Interno