Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Direzione centrale per la Prevenzione e la Sicurezza tecnica

Ufficio di Coordinamento - Vicario del Direttore Centrale

  • diretta collaborazione con il Direttore centrale nel coordinamento delle attività della Direzione;
  • sostituzione del Direttore centrale in caso di assenza o impedimento;
  • indirizzo e coordinamento delle attività svolte dall'Ufficio per la regolamentazione comunitaria e dal Centro studi ed esperienze;
  • gestione degli affari generali e degli affari giuridico-legali, del personale, del patrimonio, delle sedi di servizio (immobili ed impianti) e degli automezzi della Direzione centrale;
  • coordinamento delle attivià di regolamentazione e di normazione di prodotto di competenza del Corpo;
  • gestione dell'Osservatorio sulla FSE;
  • indirizzo, monitoraggio e analisi sull'espletamento dei servizi di prevenzione incendi e di vigilanza antincendio da parte delle strutture territoriali del Corpo;
  • indirizzo, monitoraggio e analisi sull'applicazione della normativa di sicurezza nei luoghi di lavoro e raccordo con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali;
  • definizione, in collaborazione con la Direzione centrale per la formazione, dei contenuti e delle modalità di erogazione dei corsi di formazione dei lavoratori designati alla lotta antincendio nei luoghi di lavoro;
  • definizione, in accordo con il Direttore centrale, di linee di indirizzo e di piani periodici per l'attività di vigilanza di prodotto espletata dal Corpo; coordinamento delle attività concernenti i procedimenti tecnico-amministrativi di omologazione, approvazione di tipo, marcatura CE, certificazione e rilascio di benestare tecnici, svolte dal Centro studi ed esperienze;
  • referente del Punto nazionale di Contatto per i prodotti da costruzione;
  • pianificazione delle attività atte a definire linee guida e norme tecniche per la salvaguardia dei beni culturali, anche a seguito di calamità naturali, in collaborazione con la Direzione centrale per l'emergenza, il soccorso tecnico e l'antincendio boschivo;
  • definizione, in collaborazione con la Direzione centrale per la formazione, dei contenuti e delle modalità di erogazione di corsi di formazione in materia di tutela e salvaguardia dei beni culturali;
  • cura il funzionamento della biblioteca della Direzione centrale.

Ufficio per la regolamentazione comunitaria

  • attività di regolamentazione e di normazione di prodotto di competenza del Corpo;
  • partecipazione ai lavori di predisposizione ed attuazione della regolamentazione comunitaria;
  • attività di abilitazione, autorizzazione e controllo dei laboratori e degli organismi notificati; attività concernenti il sistema nazionale di certiticazione di prodotto in attuazione delle disposizioni comunitarie;
  • attività di vigilanza sui prodotti che hanno rilevanza ai fini della sicurezza antincendio;
  • attività di referente per gli aspetti di sicurezza in caso di incendio nell'ambito dei sistemi europei RAPEX e ICSMS di allerta e scambio rapido delle informazioni sui prodotti pericolosi; supporto per l'emanazione di linee di indirizzo e per la definizione di piani periodici per l'attività di vigilanza in materia di prodotti espletata dal Corpo.

Centro Studi ed Esperienze

  • attività di prova, ricerca e valutazione analitica nei settori della resistenza al fuoco, della reazione al fuoco, dei sistemi di esodo e della fenomenologia dell'incendio, nonché nei settori dei sistemi e mezzi di protezione attiva dagli incendi e nei settori di elementi strutturali;
  • elaborazione di normative di prova, di valutazione e di classificazione dei prodotti nei settori della resistenza al fuoco, della reazione al fuoco, dei sistemi di esodo e della fenomenologia dell'incendio, nonché nei settori dei sistemi e dei mezzi di protezione attiva dagli incendi;
  • attività concernenti i procedimenti tecnico-amministrativi di omologazione, approvazione di tipo, marcatura CE, certificazione e rilascio di benestare tecnici; partecipazione alla elaborazione di normative di prova, di valutazione e di classificazione dei prodotti, nonché alla normazione in materia di costruzioni; partecipazione, in qualità di componente, alle attività dell'ITAB (organismo nazionale per la Valutazione tecnica europea);
  • controlli metrologici e tarature interne di strumenti; attività di studio, certificazione, valutazione tecnica, benestare tecnici, valutazione, prove e collaudi nel settore dei mezzi, materiali, attrezzature ed equipaggiamenti in dotazione al Corpo;
  • supporto ed assistenza alla Direzione centrale per le risorse logistiche e strumentali per la predisposizione di capitolati tecnici per l'acquisto e la fornitura di mezzi, materiale tecnico ed attrezzature, nonché di vestiario ed equipaggiamento del personale; partecipazione all'attività di controllo dei laboratori e degli organismi notificati e di vigilanza sui prodotti che hanno rilevanza ai fini della sicurezza antincendio;
  • proposta, progettazione e conduzione di studi, ricerche, analisi e sperimentazioni nel settore di competenza in collaborazione con gli Uffici della Direzione centrale, nonché con le altre Direzioni centrali interessate, avvalendosi anche di collaborazioni con altre Amministrazioni, Enti, Istituti ed esperti;
  • predisposizione delle procedure di sicurezza e qualità per le specifiche attività del Centro.

Ufficio per la Prevenzione incendi e rischio industriale

  • diretta collaborazione con il Direttore centrale nella definizione degli indirizzi da fornire alle strutture territoriali del Corpo in materia di prevenzione incendi e rischio industriale, nonché per lo svolgimento delle attività istituzionali di competenza di cui al Capo III del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139;
  • predisposizione di norme per la prevenzione incendi negli insediamenti civili, commerciali, artigianali ed industriali, inclusi quelli a rischio di incidente rilevante;
  • predisposizione di linee di indirizzo applicativo in materia di prevenzione incendi e rischio industriale;
  • elaborazione di linee guida per la prevenzione e il contrasto di particolari tipologie di incendio;
  • cura delle istruttorie di competenza ministeriale relative a progetti di installazione di impianti, ad esclusione di quelle di competenza della Direzione centrale per l'emergenza, il soccorso tecnico e l'antincendio boschivo;
  • diretta collaborazione con il Direttore centrale per il coordinamento della partecipazione all'attività normativa volontaria e cogente nei settori impianti e prodotti; indirizzo, monitoraggio ed analisi sull'applicazione della normativa di prevenzione incendi, con il supporto informativo del servizio statistico centrale del Corpo;
  • cura delle attività di competenza in materia di iscrizione dei professionisti antincendio negli elenchi previsti dall'articolo 16, comma 4, del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139, nonché in materia di organismi fornitori di cui ai decreti ministeriali 16 giugno 2008 e 15 gennaio 2007;
  • collaborazione con la Direzione centrale per la formazione per la pianificazione di attività dirette a favorire la diffusione della cultura della sicurezza, l'applicazione omogenea di linee guida, norme e regole tecniche di prevenzione incendi, nonché ad assicurare la semplificazione amministrativa all'interno del Corpo e per l'utenza esterna; cura dell'attività di segreteria del Comitato centrale tecnico scientifico, di cui all'articolo 21 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

Nucleo Investigativo Antincendi

  • diretta collaborazione con il Direttore centrale nell'attività di coordinamento e indirizzo in materia di polizia giudiziaria aile strutture territoriali del Corpo;
  • attività di studio, ricerca e analisi per la valutazione delle cause d'incendio e di esplosione, anche in ambito internazionale, in raccordo con il Centro studi ed esperienze per le attività di sperimentazione e prova; con il supporto informativo del servizio statistico centrale del Corpo, espleta attività di monitoraggio e analisi per gli aspetti di pertinenza;
  • supporto all'autorità giudiziaria e collaborazione con gli organi di polizia giudiziaria per le attività investigative connesse al verificarsi di sinistri caratterizzati da incendio e/o esplosione, in raccordo con il Centro studi ed esperienze per le attività di analisi e prova; assistenza e supporto agli organi territoriali del Corpo per le attività di polizia giudiziaria;
  • diretta collaborazione con il Direttore centrale per la pianificazione e indirizzo dell'attività di ricerca e studio in materia di lotta attiva agli incendi boschivi;
  • indirizzo, sviluppo e supporto dei Nuclei investigativi antincendi territoriali;
  • predisposizione delle procedure di sicurezza e qualità per le specifiche attività del Nucleo.

Ultimo aggiornamento:

Lunedì 25 Maggio 2020, ore 16:12