Organismo permanente di monitoraggio e analisi sul rischio di infiltrazione nell’economia da parte della criminalità organizzata di tipo mafioso

Struttura interforze, costituita presso la direzione centrale della Polizia criminale del dipartimento della Pubblica Sicurezza, con lo scopo di intercettare ogni possibile iniziativa, da parte della criminalità organizzata, di espansione, alterazione del mercato o inquinamento del tessuto economico e condizionamento dei processi decisionali pubblici funzionali all’assegnazione degli appalti.
Organismo permanente di monitoraggio e analisi sul rischio di infiltrazione nell’economia da parte della criminalità organizzata di tipo mafioso

Compiti. L’Organismo svolge attività di monitoraggio del sistema economico nazionale - sul fronte interno e internazionale - con l’obiettivo di condividere le informazioni di cui dispongono tutte le Forze di polizia al fine di intercettare i sintomi e le tendenze criminali in chiave preventiva e di contrasto investigativo.

Sotto il profilo metodologico, i risultati dell’attività info-investigativa intercettati e sviluppati in ambito territoriale vengono messi a disposizione da tutte le Forze di polizia e analizzati a livello centrale dal Servizio analisi criminale (Sac), a cui viene affidato il compito di elaborare strategie di prevenzione e contrasto delle possibili infiltrazioni nel tessuto economico-finanziario anche attraverso software che consentono un’analisi predittiva di scenario.

L’analisi è affiancata e arricchita da elementi informativi forniti dal Servizio per la cooperazione internazionale di polizia, che costituisce un’ulteriore articolazione della direzione. Al servizio fa capo una rete di 44 esperti per la sicurezza all’estero, la cui operatività si estende a 62 Paesi (tra accrediti primari e secondari) e dal monitoraggio delle fonti aperte.

Composizione. Struttura interforze composta da rappresentanti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del ministero della Giustizia - dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, della Direzione investigativa antimafia e della direzione centrale per i Servizi antidroga.

La presidenza è affidata al vice direttore generale della Pubblica Sicurezza che ha la facoltà di invitare ai lavori i massimi esponenti delle amministrazioni pubbliche e private che possano fornire elementi informativi e di analisi sui temi d’interesse.

Sulla base dell’esperienza dell’Organismo permanente di monitoraggio e analisi, a luglio 2020 è stato costituito in seno a Europol, su iniziativa italiana, il Working Group on Covid-19 criminal threats and law enforcement responses.

Al Working Group partecipano i Paesi che nella prima fase della pandemia sono stati particolarmente colpiti, con l’obiettivo di condividere le informazioni sugli scenari criminali per una più efficace azione di prevenzione e contrasto, intercettando segnali e tendenze che generano alert di esposizione dell’economia legale all’aggressione mafiosa.

Allegati
File
Allegato Dimensione
Decreto istitutivo - 8 aprile 2020 179.43 KB
File
Ultimo aggiornamento
Lunedì 22 Marzo 2021, ore 19:31