Vicecapo di Gabinetto Vicario

Prefetto Emanuela Garroni

Emanuela Garroni

Nata a Roma il 14 settembre 1955, coniugata con due figli, ha conseguito nel 1978 la laurea con lode in giurisprudenza presso l’Università Sapienza di Roma.

Vincitrice nel 1979 di una borsa di studio della Banca d’Italia per la “Qualificazione amministrativa e tecnica nel settore del credito”, dopo aver svolto un esperienza lavorativa presso quell’Istituto sia in sede periferica che centrale, entra nei ruoli dell’Amministrazione civile dell’Interno nel 1987.

Fino al 2000, nell’ambito dell’allora Direzione generale dell’amministrazione civile del ministero dell’Interno, si è occupata dei segretari comunali e provinciali, anche come componente di commissioni di concorso per l’accesso alla qualifica iniziale,  del personale degli enti locali ed infine dei rapporti con il sistema delle autonomie, entrando anche a far del Gruppo di lavoro per la redazione del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali e poi dell’Osservatorio per la sua applicazione.

Assegnata nel 2000 al Gabinetto del ministro, dopo la promozione alla qualifica di viceprefetto nel 2001, ha svolto  le funzioni di Capo dell’ufficio di staff-ufficio V “Affari territoriali” e dal 2007 in reggenza anche quelle di Capo dell’ufficio di staff-ufficio IV “Affari interni”.

Nominata Prefetto a decorrere dal 2 aprile 2012 con un incarico di studio, sempre nell’ambito del Gabinetto del ministro, in materia di politiche di bilancio e di analisi dell’andamento della spesa (c.d. spending review), nonché di riorganizzazione dei presidi delle Forze di Polizia, delle articolazioni e degli uffici del ministero dell’Interno.

Successivamente, con decreto del Ministro dell’Interno del 31 dicembre 2012, le sono state affidate, nell’ambito del Dipartimento della Pubblica sicurezza, la gestione dei fondi comunitari e le funzioni di coordinamento e propositive per la ricerca e l’avvio di progettualità mirate all’attuazione delle politiche europee di sicurezza e in tale contesto è stata nominata Autorità di gestione del Programma Operativo Nazionale “Sicurezza per lo Sviluppo-Obiettivo Convergenza 2007-2013”, nonché Autorità responsabile del Fondo Frontiere Esterne e dell’istituendo Fondo per la Sicurezza Interna.

Il 4 aprile 2014 è collocata fuori ruolo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’incarico di Capo del settore legislativo del ministro per gli Affari regionali e le autonomie e confermata nel medesimo incarico dal successivo ministro per gli Affari regionali, al quale, a decorrere dal 28 gennaio 2016, vengono conferite anche le deleghe in materia di politiche per la famiglia.

Dal 1° settembre 2017  al 15 luglio 2018 è stata Vicecapo di Gabinetto del ministro dell’Interno.

Dal 16 luglio 2018 è Vicecapo di Gabinetto Vicario del ministro dell’Interno.

Dichiarazioni previste dall’art. 20 d. lgs. 39/2013 – Non sussistono cause di incompatibilità e inconferibilità.

 

Ultimo aggiornamento
Mercoledì 18 Luglio 2018, ore 18:30