138 milioni alle strutture del Viminale per la gestione dell’emergenza Covid-19

Operatori di Polizia e Vigili del fuoco impegnati in controlli e sanificazione, e targa con scritta prefettura
28 Marzo 2021
Ultimo aggiornamento
Lunedì 29 Marzo 2021, ore 15:09
Le risorse dell'"Operazione SìCura" a valere sul Programma operativo nazionale “Legalità 2014-2020”

L’autorità di gestione del Programma operativo nazionale (PON) “Legalità” 2014-2020, prefetto Maria Teresa Sempreviva, ha disposto il finanziamento di 138 milioni a favore del progetto “Operazione SìCura”, che prevede la copertura di parte delle spese straordinarie sostenute dalle Forze di Polizia, dai Vigili del fuoco e dalle prefetture per la gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

In particolare, si tratta di spese per:

  • ore di straordinario e indennità di ordine pubblico del personale delle Forze di Polizia, del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e delle prefetture impegnato nel contenimento della diffusione del virus;
  • dispositivi medici e altre spese necessarie (DPI, sanificazione dei luoghi di lavoro, ecc.);
  • sostegno alla modalità di lavoro agile del personale del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e delle prefetture impegnato nel coordinamento e nella gestione dell’emergenza.

Il finanziamento del progetto segue alla riprogrammazione delle risorse del Pon Legalità (nuova linea d’azione 4.3.1, “Azioni di contrasto all’emergenza sanitaria da COVID-19 e di supporto ai soggetti coinvolti”) frutto dell’intesa del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese con il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna e gli altri ministri titolari di PON, ai sensi del cosiddetto decreto Rilancio (articolo 242, comma 6, del decreto legge 34/2020), finalizzata all’utilizzo dei fondi strutturali europei per interventi relativi all’emergenza sanitaria.