3000 nuovi posti disponibili nel Sistema di accoglienza e integrazione (SAI)

 Una donna in un centro di accoglienza per rifugiati
Foto di
Imagoeconomica
11 Ottobre 2021
Ultimo aggiornamento
Lunedì 11 Ottobre 2021, ore 19:05
L'ampliamento della rete previsto dal decreto-legge n. 139/2021

L' articolo 7 del decreto-legge 8 ottobre 2021, n. 139, ora in fase di conversione, ha previsto l’incremento di 3000 nuovi posti nel Sistema di accoglienza e integrazione grazie ad uno specifico finanziamento del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo.

L'ampliamento è legato a quanto previsto dall’articolo 4, comma 3, del decreto-legge 21 ottobre 2020, n. 130, che, da un lato, ha reintrodotto la possibilità di accesso al Sai da parte dei richiedenti protezione internazionale e, dall'altro, ha ampliato le categorie dei beneficiari, nei limiti dei posti disponibili.

Ne è conseguita la necessità di prevedere un numero di posti aggiuntivi tenuto conto  della situazione determinatasi in Afghanistan e per corrispondere in maniera più efficiente alle esigenze di accoglienza dei nuclei familiari.

Ciò consentirà di attivare percorsi di integrazione attraverso la rete dei comuni, passando da una visione emergenziale a una gestione dell'accoglienza più ordinaria.